QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°14° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 dicembre 2017

Cronaca venerdì 22 settembre 2017 ore 16:00

Pagano la penale pur di tutelare quei cani malati

Il vecchio canile di Piombino

Scelta concertata da Enpa e Comune di Piombino a seguito della sentenza che ha portato alla chiusura del canile e al trasferimento di 45 cani

PIOMBINO — La vicenda del canile di Piombino non sembra trovare pace. Dopo la sentenza che ha portato alla chiusura della struttura in località Tolla e l'osservazione che ha bloccato l'iter per il nuovo rifugio a Montegemoli, ora il Comune di Piombino deve fare i conti con la penale da pagare per la presenza di 9 cani, molto malati, che è stato decidere di non trasferire altrove. 

Dei 45 cani presenti nel canile stando al provvedimento del giudice ne sarebbero potuti rimanere solo 5, ma è risultato che il trasferimento sarebbe potuto essere letale per 9 animali anziani e malati.

"A suo tempo l'amministrazione valutò non equa l’ordinanza del Tribunale ma al tempo stesso dichiarò con chiarezza che i suoi dettati sarebbero stati assolutamente rispettati, ovvero la cessazione delle emissioni intollerabili. - ha ricordato il Comune in una nota - Fu contattata la controparte a cui furono inviate le 9 schede sanitarie dei cani in precarie condizioni di salute per patologie, o semplicemente per vecchiaia, chiedendo appunto la loro permanenza nell’attuale canile anche perché essi non rappresentavano oggettivamente un elemento di disturbo acustico. La risposta che l’amministrazione ricevette fu quella di acconsentire alla permanenza dei cani ma a fronte comunque del pagamento della penale prevista dal giudice". 

Il Comune ha richiesto all'Enpa lo spostamento dei 4 cani in più, ma l'associazione che si è finora presa cura degli animali si è offerta di pagare le penali previste. Un gesto nobile agli occhi dell'Amministrazione che ha formalizzato la proposta.

La penale, di 50 euro al giorno per ogni cane in più nel rifugio, per il periodo 5 luglio 30 settembre 2017 ha raggiunto quota 4.350 euro. Enpa pagherà le spese conteggiate dal primo agosto fino al 30 novembre, quelle relative al mese di luglio saranno coperte con risorse di bilancio. La cifra stando alla delibera di giunta verrà pagata dal Comune e poi decurtata dal corrispettivo che riceve Enpa per i servizi di gestione del canile.

Ma, stando agli ultimi aggiornamenti i lavori per il nuovo canile potrebbero protrarsi fino a gennaio (leggi gli articoli correlati).

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Attualità

Attualità