QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Attualità martedì 01 ottobre 2019 ore 15:59

Stazione di Campiglia, ora il Comune dice la sua

“Siamo consapevoli che tutte queste azioni non sono sufficienti a garantire decoro e sicurezza”. Ecco la risposta al Gruppo 2019



CAMPIGLIA MARITTIMA — In merito all’interrogazione presentata dal Gruppo 2019 sullo stato della stazione di Campiglia Marittima discussa durante il consiglio comunale del 27 settembre, il Comune ha provveduto a pubblicare la risposta anche sulla propria pagina Facebook.

“La stazione di Campiglia Marittima, per la sua centralità, rappresenta uno snodo cruciale per la viabilità e non solo per quella locale. - si legge - Le recenti Amministrazioni hanno cercato di porre in essere misure ed azioni volte a riqualificare questa area complessa e periferica rispetto al centro del paese: è stato rinnovato l’arredo, creato un nuovo parcheggio, realizzati marciapiedi, strade e rotonda. Anche RFI, con ingenti investimenti, ha ultimato l'opera di restyling della ferrovia già avviata negli anni scorsi, con le nuove pensiline e con l’adeguamento di un binario agli standard europei. Lo ha fatto, recentemente, rialzando il binario primo, realizzando un nuovo sottopassaggio, nuovi e moderni bagni automatizzati, installando ascensori e implementando la presenza della biglietteria con due moderne macchine automatiche.

È attualmente in corso una verifica tecnica per la realizzazione di un bici park nei vecchi locali adiacenti e dismessi della stazione ed è prevista l'apertura di un locale commerciale negli spazi recentemente ristrutturati in cui è intenzione dell'amministrazione collocare una sorta di ufficio turistico che costituisca il front-office dei numerosi turisti. - si aggiunge - Siamo consapevoli che tutte queste azioni non sono sufficienti a garantire decoro e sicurezza di questa porzione di territorio. Per questo abbiamo intensificato i controlli con il corpo dei vigili urbani e richiesto ai carabinieri, in assenza della Polfer, che ricordiamo essere stata trasferita per scelta della Prefettura, una maggiore attenzione e presidio di quell'area con ciò continuando l'attività della precedente amministrazione. Nonostante ciò, il sindaco, in visita ufficiale, ha rappresentato al prefetto di Livorno la difficoltà di garantire sicurezza in quest'area come in altre zone del nostro territorio. Ed il prefetto, raccogliendo l'invito, sarà da noi in visita la prossima settimana anche per verificare lo stato dei luoghi. Recentemente sono state rimosse le biciclette abbandonate dalle rastrelliere poste nell’area di ingresso della stazione e monitorati con attenzione eventuali abbandoni o incurie”.

Nella risposta si prende in considerazione anche la situazione del vicino complesso industriale non completato. “Purtroppo la feroce crisi abbattutasi sul nostro territorio negli ultimi dieci anni sommato al crac finanziario in cui sono cadute molte aziende che avevano investito in quel comparto, hanno determinato il fallimento del consorzio deputato a costruire in quell’area. -è stato spiegato - Certamente la situazione di incuria in cui si trova quell'area, non rende onore all'impegno che questa Amministrazione pone nella cura degli spazi ed ambienti destinati alla collettività. Per questo è ferma intenzione di questa Amministrazione programmare strategie ed azioni che consentano a questa porzione di paese di sentirsi sicura e curata, uscendo finalmente dal limbo in cui vivono i residenti di questa area e provando, con gli strumenti a nostra disposizione, a risolvere le criticità esistenti immaginando, finalmente una nuova vita per i numerosi capannoni presenti oggi sfitti”.



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Spettacoli