QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°14° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 13 novembre 2018

Attualità giovedì 13 settembre 2018 ore 11:33

Variante Ex Comer, tutti i dubbi sul progetto

Il Comitato per Campiglia ha analizzato il progetto di variante ex Comer e pone una serie di domande all'Amministrazione



CAMPIGLIA MARITTIMA — La lente del Comitato per Campiglia sulla Variante al Regolamento Urbanistico relativa all'area ex Comer a Venturina. 

"La delibera è di fatto una nuova prova che le previsioni del Regolamento Urbanistico erano totalmente errate e inattuabili. - ha esordito il Comitato - E non poteva essere diversamente visto che il Regolamento Urbanistico pubblicato nel 2011, si rifaceva ad un Piano Strutturale pubblicato nel 2007, quando la grande crisi dell'economia in generale e mercato del mattone in particolare, era ancora di là da venire (2008)".

Il piano di allora prevedeva 146 nuovi alloggi e 400 mq di attività commerciali e ricreative con un consumo di suolo per la maggior parte agricolo di circa 700mila mq. Il nuovo progetto prevede la realizzazione di attività commerciali per media distribuzione di tipo alimentare, commerciale e direzionale (leggi qui sotto gli articoli correlati).

Il Comitato per Campiglia pone alcune domande sul progetto. "E' stato minimamente approfondito il problema delle effettive esigenze commerciali della zona? Cosa accadrà dei negozi alimentari e non, che già esistono nei pressi? Si è verificato che tutti i fabbricati siano legittimi e perché fin da subito non si sono specificate queste superfici per chiarire l'importanza dell'intervento? Perché oltre alla superficie utile lorda non si dichiara anche il volume degli edifici attuali visto che a diversa destinazione può corrispondere una altezza anche doppia (per un ufficio bastano tre metri, per un magazzino commerciale ne occorrono anche sei)? Perché a fronte di una richiesta di un solo centro commerciale di mq. 1350 la variante prevede 'almeno due medie strutture di vendita alimentare e/o non alimentare per un massimo complessivo di 1.300 mq di superficie di vendita'? E perché non scrive 'non più di' al posto di 'almeno' per evitare equivoci? Perché si scrive che sono realizzabili 'attività commerciali, direzionali e di servizio in genere nella Sul residua, al netto degli spazi per depositi, magazzini servizi etc. di supporto alle medie strutture di vendita? È in ogni caso vietato l'insediamento di esercizi di vicinato facendo nascere il dubbio che depositi, magazzini, servizi, ecc. possano essere superfici aggiuntive alle superfici Utili Lorde invece che essere comprese? Come si concilia la previsione di 'una struttura di supporto per lo svolgimento di un mercatale di produttori locali', con il progetto del Parco di Tufaia che prevede piazzole per la vendita da parte di ambulanti e di prodotti locali?".

A queste domande, e ad altre, il Comitato per Campiglia vorrebbe avere delle risposte da parte dell'Amministrazione. "Invece - conclude aspramente - come al solito il programma di partecipazione si limiterà a due incontri in cui verrà presentata la minestra già fatta alle categorie e al pubblico tutto al grido di o mangiare questa minestra o saltare dalla finestra”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Politica