QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 11 dicembre 2016

Attualità giovedì 24 marzo 2016 ore 16:30

Verso l'unificazione delle zone distretto

Stiamo parlando delle due società della saluta, ovvero quelle della Val di Cornia presieduta dal sindaco Soffritti e della Bassa Val di Cecina

CAMPIGLIA MARITTIMA — Si sono riunite mercoledì le due società della salute della Val di Cornia e della Bassa Val di Cecina. Nell'occasione si sono incontrati tutti i sindaci delle due aree che tra le varie questioni hanno deliberato l’avvio del percorso, approfondimento e discussione per la unificazione delle due zone distretto Val di Cornia e Bassa Val di Cecina

Il sindaco di Campiglia presidente della Sds Val di Cornia Rossana Soffritti, valuta con piena soddisfazione la decisione e sottolinea: “A fronte della riforma regionale della sanità abbiamo scelto di essere territori protagonisti e governare questo processo anziché attendere passivamente il trascorrere degli eventi. Sono assolutamente convinta che se leggiamo la sanità come tema da riorganizzare in direzione della qualità e dell’efficienza questo percorso aprirà nuove opportunità a tutto vantaggio della salute e dei servizi ai cittadini dei nostri territori”.

Il percorso di studio dell’unificazione avrà un taglio scientifico, infatti le due zone hanno scelto Federsanità per l’elaborazione di un progetto specifico di analisi dei servizi socio sanitari, chiedendo un approfondimento tecnico che servirà a supportare il percorso anche in maniera scientifica. “Nelle prossime settimane – spiega inoltre Soffritti - incontreremo i portatori di interesse che possono aiutarci a evidenziare criticità e opportunità di questo ambito. Un percorso intelligente, oltre che di buon senso, che annovera i nostri territori tra quelli che hanno condiviso con maggiore responsabilità e tempestività questo processo di riforma e che anche per questa capacità di visione strategica i nostri territori potrebbero trarre i migliori risultati possibili”. 

Tag