QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°16° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 14 dicembre 2019

Attualità giovedì 23 luglio 2015 ore 19:43

Capuano: "Quei murales sono arte gratuita"

​Murales per riqualificare spazi e luoghi, L'assessore Capuano interviene in merito alla lettera della Soprintendenza



PIOMBINO — L’assessore al decoro urbano Claudio Capuano interviene sui murales realizzati lo scorso 26 aprile nell’ambito dell’iniziativa #Mentipulite, e sulla lettera inviata dalla Soprintendenza alcuni giorni fa e resa nota d una residente del centro storico.

“Prendiamo atto della lettera inviata dalla Soprintendenza, anche se in realtà questa non esprime un parere negativo sulle due opere - afferma Capuano - nel testo si legge infatti testualmente che questi interventi sono da considerarsi poco influenti nella percezione, dal punto di vista paesaggistico o ambientale, in rapporto al contesto circostante. Parlando in generale, inoltre, la lettera esprime solo un timore in merito al fatto che tali opere possano aumentare il senso di disordine complessivo, ma niente di più”.

In realtà i murales realizzati in centro storico a Piombino, come quelli anche piuttosto famosi realizzati in tante altre città europee, sono stati concepiti invece come omaggio alla città: opere che, pur nell’innovazione, presentano doverosi riferimenti all’identità del luogo. 

Il murale nel Vicolo Sant’Antonio, realizzato dall’artista Etnik, coerentemente allo stile dell’artista incentrato su strutture architettoniche di natura fantastica, omaggia Piombino con riferimenti alla sua storia architettonico urbanistica, mentre l’opera in Via del Giardino, realizzato da tre artisti del collettivo Artefacto di Grosseto, è un murale di natura più ludica e fiabesca che va ad arricchire un bellissimo angolo della città battezzato da tempo come Piazza del Consiglio dei Bambini e delle Bambine.

Entrambi gli interventi sono stati conclusi nell’ambito dell’evento “La Città si colora”, iniziativa principale del programma di sensibilizzazione sul decoro urbano #MentiPulite, nata in conformità a sperimentazioni già realizzate in altre città dove artisti che si sono affermati come ottimi interpreti della Street Art e della Wall-Art internazionale sono stati chiamati a dipingere in spazi pubblici, stimolati dall’idea di comunicare contenuti positivi legati all’identità delle città ospitanti.

"Tali operazioni hanno infatti una triplice finalità - continua Capuano - arricchire il tessuto urbano con opere d’arte fruibili gratuitamente, mostrare la differenza sostanziale tra imbrattare e fare arte, frenare gli atti vandalici grazie ad una riqualificazione dell’area interessata che presenta connotati estetici in sintonia con i contemporanei linguaggi giovanili.

Abbiamo avviato questa iniziativa in via sperimentale - conclude l’assessore Capuano - e abbiamo ricevuto numerosi apprezzamenti su queste opere che riteniamo possano contribuire alla valorizzazione e alla riappropriazione di questi spazi belli e importanti del nostro centro storico”.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità