QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°16° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Cronaca domenica 18 ottobre 2015 ore 13:10

Un pensiero per Elia

Immagine del gruppo facebook 'Un pensiero per Elia'

Su facebook anche un gruppo per ricordare il 17enne tragicamente scomparso mentre era in gita scolastica a Milano



CECINA — Non può essere che dedicato a lui il primo week-end sui campi di gioco dopo la morte del giovane calciatore Elia Barbetti, caduto in circostanze ancora al vaglio della Procura di Milano, la notte di giovedì 15 dalla finestra del sesto piano dell'hotel Camplus Living di Lambrate, dove alloggiava con la sua classe per una gita all'Expo del liceo Fermi di Cecina.

Per il 17enne che giocava nell'Usd San Vincenzo, che ha voluto dedicargli una maglia speciale con il numero 10, anche facebook è diventato il luogo del dolore. Oltre alla sua bacheca, invasa da foro, ricordi, messaggi e cuori da parte degli amici che lo piangono, ora anche un gruppo dove lasciare, appunto, 'Un pensiero per Elia'.

Una tragedia quella che si è consumata a Milano che ha gettato nel dolore i familiari, gli amici, i compagni di scuola e quelli di calcio del ragazzo solare e simpatico strappato alla vita troppo presto. Sotto shock la comunità di San Vincenzo dove Elia era nato e cresciuto, di Piombino dove abitava, di Cecina dove andava a scuola.

Elia era un bravo calciatore e questo sport era la sua passione. Per questo i familiari chiedono che per lui non siano portati fiori, ma donazioni all'Usd San Vincenzo, che lo aveva cresciuto sportivamente ed umanamente. E che ora la piange.

Per Barbetti, come scrive la giovane sorella, ci sarà una messa a San Vincenzo giovedì 22 alle 15 nella chiesa accanto alla piazza del mercato.

Il corpo di Elia, lo ricordiamo, ieri è stato sottoposto all'esame autoptico come disposto dalla Procura di Milano. Esame in base al quale sembrano restare escluse, per il momento, le ipotesi del suicidio e dell'omicidio: la più accreditata secondo gli inquirenti resta quella della caduta accidentale. Elia potrebbe aver accusato un malore ed sarebbe precipitato, nel vuoto per circa 7 metri, dopo essersi sporto eccessivamente dal davanzale della finestra per prendere una boccata d'aria. Secondo quanto appreso, è risultato dall'autopsia che sul cadavere non ci sono segni o traumi diversi da quelli provocati dalla caduta da una grande altezza. Sul fianco del giovane ci sarebbe una lesione compatibile con l'impatto con il muro, alto 3 metri, che divide la proprietà all'interno della quale è stato ritrovato il corpo.

Saranno eseguiti anche i test tossicologici per accertare la quantità di alcool e il tasso di Thc nel 17enne, ma per i risultati bisognerà attendere diversi giorni. E intanto proseguono anche le indagini, coordinate dal pm di Milano Piero Basilone, sull'altro fascicolo aperto che ipotizza la cessione di droga e morte in conseguenza di altro reato.



Tag

Sentenza Cucchi, Di Maio: «Salvini dovrebbe scusarsi con la famiglia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità