QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°20° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 aprile 2019

Politica mercoledì 14 ottobre 2015 ore 19:10

"Ecco perchè ci siamo astenuti sui quartieri"

Il coordinamento della lista Spirito Libero per Piombino spiega i motivi che hanno determinato l'astensione nella votazione sui quartieri



PIOMBINO — "Nel vocabolario italiano, l’astensione è la “rinuncia consapevole e motivata, che risponde cioè ad una precisa scelta di ordine pratico da parte del soggetto che la compie”. Va premesso che Spirito Libero non è una lista politica di ambito nazionale, ma una lista civica, laica e riformista prettamente locale che, al di là dei valori e degli ideali di riferimento, è nata per rappresentare unicamente quei piombinesi che vogliono un’amministrazione del bene comune in cui la politica deve “fare”, al di là dei vincoli di partito, e deve anche “far fare”, favorendo cioè gli investimenti e le nuove occasioni di sviluppo. 

Non avendo perciò orizzonti né rivalità extra-cittadine, noi ci siamo astenuti sulla votazione dei Quartieri non certo per una questione di comodo, ma perché riteniamo e ripetiamo da mesi che le contraddizioni siano intrinseche a tutta questa vicenda. Da un lato si afferma infatti di voler salvare uno “strumento della partecipazione democratica”, ma così non è perché di fatto tali organi risulterebbero svuotati della metà della rappresentatività elettorale sancita dal voto. Dall’altro c’è invece il rispetto delle regole, ma così non e’ affatto accaduto: il PD ha difatti sbagliato e lo abbiamo detto chiaramente, senza con questo dover tuttavia “criminalizzare” nessuno.

Fin qui, praticamente, i motivi “secchi” alla base dell’astensione. Poi però ci sono anche le stranezze e coincidenze: chi infatti poteva avere posti di rappresentanza, ha ultimamente rinunciato dicendo in sostanza “che i quartieri non contano nulla” e soprattutto stravolgendo la nuova ripartizione di posti. Tutto ciò realizza un paradosso: nei nuovi Quartieri non solo non c’e’ più il PD, ma nemmeno alcuni che ne avevano pieno diritto. 

Spirito Libero ha sottolineato più volte che sarebbe stato pronto alle varie soluzioni: buttar via mesi e mesi dietro alla nomina di organismi di secondo livello (ossia nominati, non eletti) che hanno potere meramente consultivo ci appariva e ci appare, in una fase drammatica per il reddito e l’occupazione di questa città, un vero e proprio “delitto” sociale. 

Noi avevamo già avanzato un progetto per una “Consulta delle Associazioni” sul modello del Forum Civico di molte realtà europee, soprattutto rinforzando la presenza dei servizi comunali la dove c’e’ un vero e proprio decentramento (Riotorto, Populonia / Fiorentina e Salivoli). 

Alla luce dei recenti avvenimenti, forti del senso pratico che ci caratterizza, formalizzeremo dunque queste nostre richieste in seno all’Amministrazione. Oltre i partiti, oltre i calcoli speculativi, sempre e soltanto con e per i cittadini".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Lavoro

Attualità

Attualità