QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 25°26° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 26 agosto 2019

Cronaca lunedì 06 marzo 2017 ore 14:25

Completato lo sbarco dei passeggeri del Bellini

​E’ arrivata alle 12.15 la nave Toremar Giovanni Bellini al porto di Piombino dopo il principio d’incendio che si era sviluppato in mezzo al mare



PIOMBINO — Sono state completate le caute operazioni di sbarco dei 75 passeggeri che si trovavano a bordo del traghetto Bellini della compagnia Toremar, ora all'ancora nel porto di Piombino.

Il fuoco è partito nella sala macchine di bordo intorno alle 8.58 della mattinata di oggi, lunedì 6 marzo quando il traghetto si trovava nei pressi di Punta Palmaiola, situazione aggravata dai forti venti provenienti dai settori occidentali con raffiche che raggiungevano i 60Km/h. 

Immediatamente è partita la richiesta di aiuto alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Portoferraio che ha fatto partire tre motovedette, la CP 892, la CP 2117 e la CP 553 per prestare assistenza alla nave in avaria. 

Da Piombino si è imbarcata su un mezzo di soccorso anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Piombino. I 75 passeggeri e i 19 membri dell'equipaggio sono stati radunati sul ponte mentre l’incendio veniva prontamente estinto dal personale di bordo e dai sistemi automatici di sicurezza. 

Il traghetto, non potendo manovrare è stato trainato al porto di Piombino dai rimorchiatori Algerina Neri e Tito Neri, scortato dalle motovedette della Guardia Costiera di Portoferraio, dove è arrivato alle 12.15. 

Sulla banchina a titolo precauzionale era presente un’ambulanza per accertare lo stato di salute dei passeggeri a bordo che fortunatamente non hanno riportato lesioni.

A quel punto sono cominciate le operazioni di sbarco dei veicoli ancora stipati nella stiva del traghetto: i passeggeri sono stati chiamati singolarmente per recuperare la propria auto, una procedura che ha richiesto alcune ore per essere portata a termine prima che ai passeggeri fosse consentito di imbarcarsi nuovamente per raggiungere Portoferraio.

Sulle cause dell'incendio indagano i Vigili del Fuoco ma qualsiasi ipotesi pare al momento prematura dato che il personale non ha potuto ancora accedere alla sala macchine che sarebbe, al momento, ancora sigillata.

Il Bellini rimorchiato dopo l'incendio


Tag

Fivizzano, Steinmeier in italiano: «Difficile per un tedesco venire qui a parlarvi»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Politica