QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 20°20° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 19 ottobre 2019

Sport venerdì 12 aprile 2019 ore 12:06

Primo Torneo di rugby a Forte San Giacomo

Casa di reclusione di Porto Azzurro

Nella casa di reclusione di Porto Azzurro un progetto nazionale che coinvolge 18 carceri di tutta Italia, promosso dalla Federazione italiana Rugby



PORTO AZZURRO — La Federazione italiana Rugby nell'ambito del progetto "Il rugby oltre le sbarre" ha organizzato in collaborazione con la direzione della Casa di reclusione "P. De Santis" di Porto Azzurro il primo Trofeo di Rugby del Forte San Giacomo.

Domani mattina, sabato 13 Aprile alle ore 10,30 il direttore del carcere di Porto Azzurro, Francesco D'Anselmo, darà inizio al Torneo, che è stato possibile grazie al personale della Polizia penitenziaria, degli educatori e dei volontari.

Oltre alla squadra dei detenuti "Game Over" parteciperanno il Grosseto Rugby Club e la squadra formata dai giocatori dell'Elba Rugby e dell'Etruria Piombino.

Il progetto della Fir si avvale della collaborazione del Comitato regionale toscano, della Società Amatori Rugby Toscana e dell'allenatore Marcello Serra, che già da sette anni collabora con la Casa di reclusione di Porto Azzurro.

Sono 18 in Italia gli istituti di pena coinvolti in questo progetto che ha l'obiettivo di contribuire alla risocializzazione dei detenuti, attraverso i valori educativi di questo sport, quali il rispetto delle regole, dell'avversario, dell'arbitro, il sostegno dei compagni e lo spirito di gruppo.

I risultati ottenuti dalle varie esperienze del passato, come spiegano dalla Casa di reclusione di Porto Azzurro, hanno dimostrato effetti benefici soprattutto nel consolidamento dei rapporti umani all'interno dell'istituto penitenziario e sulle opportunità preziose per un reinserimento nella società civile.

All'iniziativa interverranno i responsabili Fir del progetto "Il rugby oltre le sbarre", Stefano Cantoni e Daniela De Angelis.



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità