QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°18° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 maggio 2019

Elezioni giovedì 16 maggio 2019 ore 11:17

Elezioni Suvereto, è scontro sul faccia a faccia

Da sinistra: Cristina Solignani, Jessica Pasquini

La richiesta del confronto era stata da Assemblea Popolare, ma è caos su chi abbia fatto o meno un passo indietro. Adesso è scontro tra le liste



SUVERETO — "Il Pd rifiuta il confronto aperto ai cittadini tra le due candidate-sindaco", così Assemblea Popolare ha esordito in una nota relativamente alla richiesta di confronto tra Jessica Pasquini e Cristina Solignani in vista delle elezioni comunali del 26 Maggio. Richiesta inviata il 30 Aprile scorso (leggi qui l'articolo correlato). Ma Uniamo Suvereto non ci sta e risponde per le rime.

Le condizioni: confronto in piazza, come moderatore un giornalista scelto di comune accordo, la possibilità di fare domande da parte del pubblico.

"Sono state fatte due riunioni ed era stata fissata anche una data: la sera del 19 Maggio. - ha riferito Assemblea Popolare in una nota - Ma la lista della Solignani, sentito il partito, ha cercato di imporre un moderatore a loro gradito e non ha accettato che i cittadini possano fare domande alle candidate, neanche se scritte dalle persone e poi lette e selezionate dal giornalista. L'altra lista si è mostrata titubante fin dall'inizio su questo confronto, nonostante Aps fosse venuta incontro alle paure di Uniamo Suvereto accettando di concordare i primi argomenti per mettere a proprio agio la candidata Solignani che frequentando il paese da soli 2 mesi può non conoscere molto di Suvereto come invece la Pasquini".

La lista Uniamo Suvereto, però, non condivide questa ricostruzione. "Ci corre l’obbligo di informare gli elettori che proprio ieri sera, al termine della seconda riunione tra le due candidate per definire le modalità di svolgimento del faccia a faccia, era stata concordata la presenza di un giornalista imparziale, sul cui nome era emersa sostanziale convergenza, che, come normalmente avviene in simili occasioni, avrebbe dovuto essere il solo a formulare domande libere alle candidate sui punti del loro programma. Al termine della riunione, la stessa candidata Pasquini e chi l’accompagnava, Donnoli e Giudici, avevano garantito che ci avrebbero comunicato la loro decisione sulle condizioni del dibattito nell’arco della mattinata odierna. Poi, evidentemente dopo aver sentito il loro mentore, l’ex sindaco Rossano Pazzagli, presente al primo incontro ma assente a quello di ieri sera, ecco arrivare sulla stampa il rifiuto ad accettare un confronto moderato e civile".

"Con questo colpo di teatro con cui Assemblea Popolare butta tutto a monte - hanno aggiunto - si sono potuti finalmente svelare i loro veri intenti: creare attrito tra i cittadini che sostengono l’una e l’altra lista, dividere, dare vita a una rissa nella quale trovarsi a proprio agio. L’accusa di fuggire dal confronto non è altro che l’ennesima menzogna, l’ennesima falsa notizia, gesto di stizza da parte di chi sperava, attraverso domande studiate a tavolino ed organizzando una serie di interventi incendiari da parte dei soliti noti, di dar vita a due tifoserie, così da poter tirar fuori le gambe da un confronto sui contenuti che si sarebbe rivelato devastante per la Pasquini".

Quindi per Uniamo Suvereto nessuno fugge da niente come lo dimostrano gli incontri aperti promossi dalla candidata Cristina Solignani. E rilanciano la proposta del confronto per il 19 Maggio alle ore 21 con un moderatore imparziale che formuli domande libere alle candidate sui punti del loro programma e con due domande che le candidate potranno rivolgersi reciprocamente. Assemblea Popolare pronta ad andare in piazza, ma a condizione che la parola sia data a tutti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Elezioni