QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°29° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 18 settembre 2018

Lavoro venerdì 14 settembre 2018 ore 16:32

Accordo Sei Toscana, Cgil soddisfatta

Si era detta pronta alla mobilitazione nel caso non si fosse raggiunto un accordo a tutela dei lavoratori. Fissata l'intesa, ora appello alla politica



FIRENZE — “Soddisfatti, ora verificare che ognuno faccia la sua parte”, così Cgil-Fp-Nidil Toscana hanno commentato il recente incontro tra Sei Toscana e organizzazioni sindacali che ha messo nero su bianco la volontà di stabilizzare parte del personale in forza (leggi qui sotto gli articoli correlati)

"Siamo finalmente riusciti a firmare un’intesa con Sei Toscana che dà garanzie di stabilizzazione al persone in somministrazione oltre a quelle già fissate nell’Accordo Sindacale e nella graduatoria del marzo scorso. - hanno commentato - Quarantacinque assunzioni a tempo indeterminato dal primo Ottobre 2018. Trenta assunzioni a tempo determinato, che diventeranno a tempo indeterminato dal primo Gennaio 2019. Ulteriori 25 assunzioni a tempo indeterminato entro Gennaio 2019. Forme di garanzia di lavoro per altre 60 persone e l’impegno, per gli anni 2019-2020, alla copertura di almeno il 60 per cento del turn-over procedendo alle assunzioni di queste unità. Inoltre, - hanno aggiunto - cosa non scontata e difficilissima fino ad oggi, siamo riusciti a riportare ad un unico tavolo di contrattazione, ed un unica graduatoria per le stabilizzazioni, anche i lavoratori che operano nel territorio in distacco a CoopLat".

Ora per il sindacato anche la politica deve fare la sua parte riprendendo quanto già chiesto dalla società che gestisce la raccolta rifiuti in metto al Piano di Ambito.

"Ribadiamo la necessità della ripubblicizzazione dell’Azienda con l’inclusione degli impianti per permettere la chiusura del ciclo industriale dei rifiuti. - e hanno concluso - Chiediamo a SEI Toscana, che nei prossimi mesi proceda ad una seria verifica dei fabbisogni occupazionali al fine di concretizzare un progetto di servizio definitivo che deve risultare dal Piano Industriale su cui misureremo, attraverso nuovi incontri, i livelli definitivi della forza lavoro impegnata".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Cronaca