QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Politica lunedì 11 maggio 2015 ore 19:52

Il Movimento Automatista escluso dalle regionali

Parla il fondatore del Movimento Automatista Toscano escluso dalla competizione regionale perchè il simbolo e il nome ricordano la Lega Lombarda



FIRENZE — La decisione della Corte di appello dell'’8 maggio che ha escluso da tutte le tredici circoscrizioni regionali la lista Lega Toscana-Più Toscana che appoggiava la candidatura di Stefano Mugnai, ora sostenuto solo dalla lista di Forza Italia. 

Il motivo è da cercare nel nome e nel simbolo che, secondo i togati fiorentini, ricordano troppo la Lega ora guidata da Salvini, circostanza che porterebbe l'elettore alla confusione nel voto.

"La “giustizia” è davvero diventata una barzelletta – commenta Alessandro Mazzerelli – la Corte di Appello di Firenze ha escluso dalla competizione elettorale la lista “Lega Toscana-Più Toscana”, perché si definisce “Lega”. Francamente, da ogni punto di vista, la cosa è letteralmente infondata e ridicola. Infatti, il pensiero di chiamare “Lega”, un’organizzazione politica che fungesse da cartello elettorale per i Movimenti Autonomisti e Indipendentisti della Regione geografica italiana, venne in mente al sottoscritto e a Bruno Salvadori, parlamentare valdostano di origine toscana, all’inizio del 1979!

Scomparso nel 1980 il Salvadori, Umberto Bossi si è appropriato della definizione” Lega” per dar vita ad un partito lombardocentrico che non ha nulla a che vedere con le vere Autonomie e con i fini per i quali, insieme al Salvadori, avevo pensato ad una Lega. Ricordandomi benissimo dell’accordo con Bruno Salvadori, quando all’inizio dell’invasione extracomunitaria fui “costretto” a fondare nel 1989 il Movimento Autonomista Toscano (MAT), per difendere i diritti degli Ultimi della Toscana, pensai quasi subito anche al termine “Lega”.

Infatti il MAT può chiamarsi anche Lega Autonomista Toscana in forza di due rogiti notarili e della sua presentazione alle elezioni del Senato nel 1994 e alle elezioni amministrative di Grosseto, Arezzo e Siena con la denominazione MAT-Lega Autonomista Toscana.

Ovviamente – conclude Alessandro Mazzerelli – nessuno sollevò la questione del termine “Lega”, che come il termine “Partito” non è proprietà esclusiva di nessuno. Storicamente, ad essere precisi, il termine “Lega” sarebbe quindi prima del MAT che della Lega bossista , ma come sappiamo la “giustizia” non è di questo mondo, figuriamoci se lo è della Corte di Appello di Firenze".



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Spettacoli