QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 10 dicembre 2019

Politica sabato 10 ottobre 2015 ore 17:36

La maggioranza boccia il Baratto amministrativo

Il Movimento5Stelle denuncia: "Un'occasione persa per aiutare chi sta peggio". Il provvedimento consentiva sgravi fiscali in cambio di lavori sociali



CAMPIGLIA MARITTIMA — "L’amministrazione di Campiglia, smentendo la sua stessa legge,oggi in consiglio comunale, ha bocciato la nostra mozione sul “Baratto Amministrativo”. Il baratto, come previsto dalla legge di stabilità 2015, tratta della nuova possibilità offerta dall’art. 24 del decreto “Sblocca Italia” chiamato “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio”.

Da la possibilità ai comuni di aiutare i cittadini più bisognosi o comunque tutti coloro che stanno vivendo un periodo di difficoltà, con l’adozione di un regolamento specifico in materia: i cittadini disoccupati, cassaintegrati e con un reddito Isee specifico, avrebbero potuto far fronte a eventuali mancati pagamenti dei tributi attraverso sgravi fiscali (anche relativamente a tasse che non sono riusciti a pagare o che non sono in grado al momento di sostenere) in cambio della realizzazione di progetti legati alla piccola manutenzione del territorio e al decoro urbano.

Rimaniamo esterrefatti e costernati di come si sia evoluta la discussione sul “Baratto Amministrativo” rimanendo basiti, in quanto non sembra che siano state prese considerazioni valide ed anche indicative in riguardo. Significa oltretutto che le necessità dei cittadini, non vengono neanche valutate soprattutto nell’ambito amministrativo che nella sostanza riflette, ed avrebbe oltretutto arginato un fenomeno ormai in uso, e cioè quello di reperire risorse anche da quegli utenti non in grado di pagare i tributi al comune.

La bocciatura della mozione sul “Baratto Amministrativo” è il segno della più totale incapacità di sperimentare per andare incontro ai bisogni dei cittadini: non aprirsi in un momento di estrema difficoltà economica per un numero sempre crescente di famiglie, a strumenti innovativi che diano respiro a chi ne ha più bisogno non solo significa essere miopi amministratori ma dimostra lʼassenza di volontà di fare qualcosa di concreto.

Volere è potere. Non ci stancheremo mai di dirlo, semplicemente perché ci crediamo profondamente e non solo a parole. Nessuno deve rimanere indietro. Da opposizione stiamo continuamente facendo proposte che siano utili alla comunità ed in special modo a chi sta vivendo un momento difficile, ma non nascondiamo la nostra delusione per la pochezza dell’operato dell’amministrazione e ciò rafforzerà il nostro impegno a continuare a lavorare nell’interesse di tutti".



Tag

Anziano accoltellato a Milano, De Corato: «I delinquenti devono restare in carcere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità