QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°17° 
Domani 18°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 16 ottobre 2019

Attualità lunedì 26 ottobre 2015 ore 17:50

Case della Salute, secondo i pensionati

I sindacati provinciali dei pensionati hanno incontrato i consiglieri regionali Gazzetti e Anselmi per spiegare le problematiche nel territorio



LIVORNO — Il 15 ottobre i sindacati dei pensionati della provincia di Livorno hanno incontrato i Consiglieri regionali del Pd Francesco Gazzetti e Gianni Anselmi, per fare un punto della mobilitazione relativa alla realizzazione sul territorio delle Case della salute.

L'incontro, organizzato su richiesta delle organizzazioni sindacali, ha coinvolto le segreterie provinciali dello SPI CGIL, della FNP CISL e della UIL UILP e i consiglieri eletti nella provincia di Livorno. 

Le organizzazioni sindacali hanno "fatto presente le problematiche relative alla realizzazione delle Case della Salute nella provincia di Livorno" e spiegano che "Gazzetti e Anselmi hanno apprezzato quanto illustrato ed hanno manifestato, per quanto di loro competenza, interessamento in merito alle criticità evidenziate, manifestando anche la disponibilità per ulteriori incontri in merito".

I sindacati dei pensionati hanno formulato, in un documento, la loro proposta di realizzazione dei presidi per il territorio. Il documento prevede per la zona livornese 4 Case della Salute: una a Collesalvetti (modulo standard da collocare presso il Distretto Socio Sanitario, per la quale il Comune di Collesalvetti si è dichiarato favorevole) e 3 a Livorno (un Modulo Complesso da collocare presso l’Ospedale di Livorno in attesa della ristrutturazione del poliambulatorio e due Moduli Standard: uno da collocare al Distretto Socio Sanitario EST e l’altro nei locali della ex Circoscrizione 1).
Per la Val di Cecina la proposta è di 4 Case della Salute: una a Rosignano (modulo Complesso da collocare nell’attuale Distretto in attesa della costruzione del nuovo), una a Donoratico e a Cecina (Modulo Standard) e una a Guardistallo. Le case della salute di Donoratico e Guardistallo sono state aperte. Per Rosignano si sono avviate le procedure per la realizzazione del nuovo distretto socio sanitario e della casa della salute, con un investimento previsto di sei milioni di euro.

Per la Val di Cornia 3 Case della Salute: una a San Vincenzo (Modulo Standard), una a Venturina Terme presso la struttura regionale BIC Modulo Standard e una a Piombino presso il presidio ospedaliero in attesa della nuova struttura (Modulo Complesso). "La ristrutturazione del distretto di San Vincenzo è terminata e la casa della salute ha aperto. Per la ristrutturazione dell’immobile di Venturina sono stati stanziati 500 mila euro - scrivono dai sindacati dei pensionati -  Per Piombino è stato concordato un percorso, con l’ipotesi di aprire la casa della salute presso il presidio ospedaliero, in attesa della realizzazione di un nuovo immobile. Anche a Piombino per la casa della salute si prevede un investimento di oltre sei milioni di euro".
Per l'Isola d’Elba, infine, 2 Case della Salute: una a Portoferraio (Modulo Complesso) e una a Marina di Campo (Modulo Standard).



Tag

Siria, Trump: "Tradimento? I Curdi non ci aiutarono durante la Seconda Guerra Mondiale"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità