comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 26°30° 
Domani 26°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 08 agosto 2020
corriere tv
Il ballo dei marinai dopo il giuramento

Lavoro sabato 11 luglio 2020 ore 09:00

"Oss e infermieri al CupTel, è inaccettabile"

Una operatrice di call center (foto di repertorio)

Protesta la Fp-Cgil di Livorno per quanto sarebbe stato richiesto ad alcuni operatori sociosanitari dall'Azienda Usl Toscana nord ovest



LIVORNO — "A quanto ci risulta stamani l'Asl ha chiesto ad alcuni infermieri e operatori sociosanitari di Livorno di rispondere alle chiamate del CupTel. Ciò è inaccettabile: la direzione faccia marcia indietro" hanno scritto ieri Simone Assirelli e Andrea Rizzini, rispettivamente coordinatore sanità e funzionario Fp-Cgil provincia di Livorno.

"Il rispondere alle chiamate del CupTel non rientra tra le mansioni proprie di un infermiere o di un operatore sociosanitario - hanno aggiunto e ricordato i due sindacalisti della Funzione Pubblica Cgil -. Senza contare che se si spostano infermieri e Oss al CupTel, si generano di conseguenza contraccolpi negativi sull'operatività degli altri reparti, con rallentamenti nella normale erogazione di servizi quali prelievi ematici, medicazioni, assistenza negli ambulatori ecc. Che il servizio CupTel andasse rinforzato, soprattutto in questo periodo post emergenza Covid, era chiaro da tempo. Non è però accettabile che a prendere le chiamate e a rispondere ai cittadini al telefono sia il personale sanitario. Per lavorare al CupTel servono professionalità specifiche: tale servizio dev'essere rinforzato con personale esperto e qualificato, ma non ricorrendo all'utilizzo di infermieri o operatori sociosanitari".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità