QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°14° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità lunedì 09 marzo 2015 ore 17:01

On line il piano triennale delle opere pubbliche

Il Comune ha presentato il piano triennale delle opere pubbliche: grandi investimenti per la riqualificazione del waterfront urbano



PIOMBINO — Varato dalla giunta il Piano triennale delle opere pubbliche 2015-2017 , che rimarrà in pubblicazione per 60 giorni all’albo pretorio del Comune.

Per il 2015 i più grandi investimenti, pari complessivamente a circa 12 milioni di euro provenienti quasi completamente da risorse regionali e statali, sono quelli legati alla prosecuzione della riqualificazione del waterfront urbano con il ripristino della costa urbana, alla valorizzazione del parco archeologico di Baratti-Populonia con il progetto Arcus, alle opere di difesa della spiaggia di Baratti e riqualificazione di alcuni edifici scolastici.

“Nel piano sono contenuti i lavori da realizzare e non i servizi – specifica l’assessore ai lavori pubblici Claudio Capuano – alcune opere, come il forno crematorio, il rifacimento dei parcheggi della Costa Est e il canile, non vi sono infatti inclusi perché in realtà si configurano come servizi, ma rientrano nelle opere da realizzare. In particolare, per quanto riguarda i parcheggi della costa Est, stiamo progettando una loro riqualificazione complessiva con il rifacimento dei ponticelli, dei bagni pubblici, della piantumazione di alberi nei parcheggi al posto della copertura, manutenzione strade e così via. Da considerare inoltre che nel piano non sono inclusi neppure i lavori al di sotto dei 100 mila euro”.

“Altra osservazione importante – continua Capuano – la mancanza di finanziamenti per le manutenzione straordinarie che abbiamo dovuto necessariamente tagliare per ragioni di bilancio. Ci auguriamo di poter recuperare alcune risorse nel corso dell’anno da poter destinare a interventi di questo tipo. Circa 900mila euro sono invece a disposizione per le manutenzione ordinarie, copertura buche, taglio erba ecc. Diciamo che con le risorse che abbiamo a disposizione oggi, è il massimo che potevamo fare”.

In ogni caso, per il ripristino della costa urbana nel 2015 è previsto l’avvio dei lavori sul lungomare Marconi, con la partenza del lotto 1 che comprende il tratto tra l’hotel Esperia e largo Fattori. Il costo è di 1.268 mila euro finanziati dalla Regione. Entro la primavera inizieranno anche i lavori per il rifacimento di piazza Manzoni e il consolidamento della frana (il progetto esecutivo verrà approvato tra un paio di settimane). Gli interventi per il ripristino della costa continueranno poi nel 2016 con viale del Popolo (circa 2 milioni di euro) e il 2° lotto della zona del Convento dei Frati nel 2017 per un ulteriore investimento di 1.670 mila euro. Per il 2017 è in programma invece l’area di Calamoresca per un costo di 1 milione e 400mila euro ancora da finanziare.

Previsto inoltre il completamento delle opere a difesa della spiaggia di Baratti da parte della Provincia che dovrebbe consegnare il progetto esecutivo intorno alla metà di maggio. Si tratta di un intervento morfologico che prevede la chiusura dei due canaloni che attualmente allontanano la sabbia dell’arenile, attraverso due briglie subacquee.

Sul fronte dei beni culturali, e in particolare della valorizzazione del Parco archeologico di Baratti e Populonia, si prevede un investimento di un milione di euro, spalmati sul 2015 e sul 2016. Si tratta del progetto presentato dall’amministrazione comunale insieme a Parchi Val di Cornia e alla Soprintendenza archeologica e basato sulla convenzione con ARCUS S.p.A., società per lo sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo firmata alla fine del 2012. I finanziamenti sono del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ha inserito il parco archeologico di Baratti e Populonia nell’elenco degli esempi di riferimento per l’implementazione delle nuove linee guida per l’accreditamento dei parchi archeologici. E’ prevista la valorizzazione del circuito murario della città antica con l’apertura di un nuovo percorso esterno alle mura che consenta di apprezzarne la monumentalità, la valorizzazione dell’area dell’acropoli. Si mira pertanto ad aumentare l’accessibilità fisica e culturale al prezioso patrimonio racchiuso all’interno del parco.

Sul fronte dell’edilizia scolastica, grazie a finanziamenti statali stanziati dal Governo per le nuove scuole e le scuole sicure, sono previsti investimenti per la manutenzione straordinaria della palestra della scuola media di via Togliatti (350 mila euro), per il rifacimento degli infissi della scuola elementare di piazza Dante (700 mila euro) e per la ristrutturazione della scuola materna Il Girasole.

In programma inoltre anche l’avvio del primo lotto dei lavori per l’edificio della ex Pretura, con la riqualificazione della palestra di judo.

In ambito produttivo nel Piano è compresa la realizzazione di una Apea in loc. Colmata, cioè un piano per l’insediamento di attività produttive ecologicamente attrezzata, da realizzare con un project financing.



Tag

Mes, Giarrusso: «Lo voteremo con il Pd? Questo lo dice lei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Attualità