QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi -2°10° 
Domani -3°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 19 febbraio 2019

Lavoro giovedì 25 ottobre 2018 ore 10:37

Ammortizzatori, risposte nel nuovo decreto fiscale

Fim, Fiom e Uilm: "Apprezziamo la tempestività dell'entrata in vigore del Decreto, anche se ci sono molti aspetti ancora da verificare e chiarire"



PIOMBINO — "Apprezziamo la tempestività dell'entrata in vigore del Decreto che abbiamo richiesto come Fim, Fiom e Uilm da mesi, anche se ci sono molti aspetti ancora da verificare e chiarire". Così i sindacati hanno commentato in una nota la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Decreto Legge necessario per la copertura degli ammortizzatori sociali come dichiarato nell'ultimo incontro al Ministero del Lavoro (leggi qui sotto gli articoli correlati).

"In questi giorni - hanno aggiunto - ci stiamo attivando con Ministero, Regione e Azienda per ottenere una soluzione che salvaguardi tutti i lavoratori Aferpi e Piombino Logistics, per i quali è terminato il monte ore di Cigs disponibile e mantenere l'attuale reddito. La nostra richiesta - hanno spiegato - è agganciare l'attuale Decreto 99953 con quello entrato in vigore da oggi, così da ottenere ulteriori 12 mesi di copertura sociale ed economica. Come più volte annunciato Fim, Fiom e Uilm non sono disponibili a ulteriori sacrifici economici da parte dei lavoratori piombinesi a causa dell'inadempienza dell'imprenditore algerino". 

Nel decreto, come già anticipato dall'Ugl, è stata prorogata di ulteriori 12 mesi la Cassa Integrazione in Deroga che potrebbe dare risposte per quei lavoratori dell'indotto che stanno terminando tutti gli ammortizzatori sociali. 

"Occorre ottenere le garanzie di copertura ma allo stesso tempo non si possono più compiere gli errori del passato, va monitorato mensilmente il monte ore e chiediamo un regolare utilizzo degli istituti dei lavoratori ed il massimo delle rotazioni possibili, anche a fronte della necessaria formazione", hanno concluso Fim, Fiom e Uilm assicurando un'assemblea dei lavora non appena ci sarà un quadro chiaro e completo della situazione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Lavoro