QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°18° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 maggio 2019

Politica lunedì 03 luglio 2017 ore 16:33

"Dopo due anni siamo al punto di partenza"

Altro che punto e a capo per Aferpi. Secondo Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista ora i tempi sono strettissimi. L'attenzione resta alta



PIOMBINO — Da Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista l'occhio vigile sulla vicenda Aferpi che, dopo la firma dell'addendum, vede la determinazione dei nuovi accordi e un nuovo cronoprogramma per il rilancio dello stabilimento piombinese mantenendo le garanzie salariali per più di 2mila lavoratori.

"Vorremmo che questa solerzia nel risolvere le problematiche degli ammortizzatori sociali, da parte del Pd, si dimostrasse anche nei confronti dei lavoratori dell'indotto, per i quali pare non ci sia alcun decreto speciale all'orizzonte ma solo uno sterile tavolo. - si legge in una nota congiunta - La garanzia salariale raggiunta è un salvagente momentaneo che si sgonfierà se non riprende la produzione industriale in tutte le sue articolazioni".

L'addendum e i nuovi accordi arrivano a due anni dalla firma del primo Accordo di programma tra l'amministrazione straordinaria e Cevital. "Si sono già persi due anni e le responsabilità non sono solo di un imprenditore inadempiente, ma anche di un governo che non ha preteso il rispetto degli accordi", hanno aggiunto chiedendo che vengano resi pubblici i documenti firmati. 

"Non possiamo più permetterci di abbassare il livello di attenzione; pertanto chiediamo di essere informati in modo puntuale sullo stato di avanzamento dell'accordo", senza prescindere da bonifiche, infrastrutture e porto.

"I vari governi, nazionala, regionale e locale tutti Pd, hanno permesso all'algerino di non rispettare gli accordi firmati e dopo due anni ci hanno riportato al punto di partenza. Ora i tempi sono davvero molto stretti e a nessuno di loro sarà più concesso di ripararsi dietro agli annunci e alle promesse".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Elezioni

Lavoro