QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°27° 
Domani 22°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 26 giugno 2019

Politica giovedì 05 maggio 2016 ore 10:30

Aferpi, il M5S blocca i trionfalismi del Pd

Il carro dei vincitori è già partito, ma per il M5S la strada per chiudere positivamente la questione Aferpi è lunga. Dopo la firma, molti passaggi



PIOMBINO — "In questi giorni abbiamo assistito al triste tentativo di alcuni di trarre vantaggio politico dalla firma del contratto tra Aferpi ed S.M.S.: - scrive in un comunicato il Movimento 5 Stelle - il presidente Rossi è andato a rispolverare il suo intervento del primo maggio 2014 dove affermava che se avesse perso questa battaglia era disposto a trarne le conclusioni e lasciare il suo impegno politico. L’onorevole Velo, invece, dall’alto del suo profilo istituzionale parla di 'insuccesso di tanti scettici' e condisce il tutto con un autorevolissimo: #ciaogufi. Più pacata la reazione del segretario Fabiani che parla di 'punto di svolta che attendevamo da tempo, per Piombino e per la siderurgia', evidentemente lui preferisce lo stile anselmiano delle svolte epocali. Infine non poteva mancare il commento del consigliere regionale Anselmi che parla di: 'Pessima giornata, invece, per le apprendiste cassandre'. Bene! Augurandoci che la corsa strumentale a salire sul carro dei vincitori sia finita, invitiamo questi autorevoli esponenti a lavorare per ottenere delle garanzie reali e soprattutto un’accelerazione di tutto l’iter, come abbiamo coscienziosamente fatto noi dall’inizio di questa vicenda". 

Per il Movimento, seppur il carro dei vincitori si sia già messo in moto, c'è ancora molto da fare e aspettare prima che la questione piombinese si dica conclusa positivamente. 

"Intanto è bene chiarire che i 28 mesi annunciati da S.M.S. per la realizzazione sono imputabili alla costruzione degli impianti ed a questo vanno aggiunti i tempi necessari per la realizzazione delle opere civili che, peraltro, non sono ancora state appaltate da Aferpi e per le quali ancora mancano tutte le autorizzazioni. A questo va aggiunto il fatto che, - continuano - da quanto abbiamo appreso, è stato versato un anticipo di 2.5 milioni alla firma del contratto, ma ne dovranno essere versati altri 42.5 entro la fine di maggio pena la rescissione dello stesso, per non parlare della mancanza della linea di credito bancaria, cosa non scontata per un impegno di 500 milioni per la sola parte impiantistica". 

"Sicuramente la firma del contratto è un passo avanti dopo 10 mesi di inattività e come tale va accolto positivamente, ma che sia chiaro a tutti che è il primo passo di un percorso irto di ostacoli e ancora molto lungo. - conclude il Movimento 5 Stelle - Ci auguriamo che la stagione della propaganda sia finita e invitiamo chi occupa ruoli istituzionali di alto livello a lavorare rimandando la campagna elettorale all’approssimarsi delle elezioni e soprattutto a fornire, loro che ne hanno l’autorità, le risposte alle domande che restano inevase. Non a noi, ma alla città di Piombino".



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Attualità

Attualità