QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°30° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 19 luglio 2019

Lavoro sabato 16 dicembre 2017 ore 10:13

"La linea di Nardi e Mise continua a danneggiarci"

Lo ha detto Cevital in una nota commentando l'atto di citazione del commissario in cui si chiedono 80 milioni all'azienda



PIOMBINO — Cevital risponde alla mossa dell'atto di citazione del commissario straordinario Piero Nardi per la risoluzione del contratto per l'acciaieria di Piombino (leggi l'articolo correlato)

"La linea seguita dal commissario e dal Ministero continua a danneggiarci: prima il pignoramento, ora venuto meno, e poi una lettera di risoluzione totalmente infondata, quando invece si sta concretizzando una soluzione per far ripartire l'altoforno e rilanciare l’attività", ha avanzato Cevital in una nota.

Per l'azienda si sta procedendo su quanto concordato col Ministero, definito nell'addendum, e queste mosse starebbero solo minando il cammino di Cevital. 

"Cevital ha dato la propria disponibilità al Ministro di vendere Aferpi, - hanno aggiunto - ma fin quando non si manifesti un'offerta seria e non da pescecane, Cevital continua con il programma che a giugno il Ministro stesso riteneva una valida alternativa. Ci sarebbe da supporre che l’atteggiamento muscolare sia influenzato dall’imminente campagna elettorale".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica