QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°28° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 22 luglio 2018

Lavoro mercoledì 11 aprile 2018 ore 17:07

"Non sottoscriveremo un accordo preconfezionato"

Lo hanno detto Fim, Fiom e Uilm a seguito dell'incontro sugli aggiornamenti del passaggio dell'acciaieria piombinese dal gruppo Cevital a Jindal



PIOMBINO — Si è svolto in Regione l'incontro con le segreterie Fim, Fiom e Uilm e i coordinatori Rsu che hanno potuto parlare con il consigliere per il lavoro Gianfranco Simoncini.

Dall'incontro non sono emerse particolari novità rispetto all'ultimo summit al Mise (leggi qui sotto gli articoli correlati). E' stato confermato, infatti, che la due diligence è sostanzialmente terminata e da questa settimana sono iniziati gli incontri specifici con le singole istituzioni e che presumibilmente tra due settimane si attiveranno i tavoli con la presenza delle Organizzazioni sindacali.

"Come Fim, Fiom e Uilm abbiamo fatto presente che i tavoli tecnici sono importanti per trovare le soluzioni specifiche e limitare le eventuali distanze tra le necessità dell'imprenditore e le garanzie richieste dalle varie istituzioni, ma abbiamo anche evidenziato che ai lavoratori e al sindacato che li rappresenta non potrà essere presentato un quadro prendere o lasciare. Non accetteremo di trovarci a dover solo sottoscrivere un accordo preconfezionato", hanno sottolineato.

Insomma i sindacati rivendicano un ruolo attivo in questa fase della trattativa e chiedono garanzie in merito alla salvaguardia occupazionale e del reddito dei lavoratori. Il progetto, stando così le cose, appare molto lungo e per i sindacati sarebbe opportuno prolungare il periodo di sorveglianza fino a che gli investimenti previsti non diventeranno effettivi.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Cronaca