QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 4° 
Domani -2°4° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 17 dicembre 2018

Sport lunedì 09 aprile 2018 ore 09:56

L'equipaggio sardo vince il Rally in Val di Cornia

Su Renault Clio R3C, Gessa e Pusceddu si assicurano la vittoria nelle tre ripetizioni delle prove speciali. Il pieno per il weekend di sport e motori



PIOMBINO — Il Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia, giunto alla quarta edizione ed andato in scena sabato 7 e domenica 8 Aprile, ha ufficializzato come vincitore l’equipaggio composto da Marino Gessa e Salvatore Pusceddu, su Renault Clio R3C. Per Marino Gessa si tratta del secondo risultato utile al Rally delle Colline Metallifere dopo il terzo posto assoluto conquistato nell’edizione precedente.

La gara, sviluppata dal comitato organizzatore Maremmacorse 2.0 nel concentrato format RallyDay, ha avuto il proprio epilogo in una cornice che ha fatto registrare un’adesione record in termini di presenza di pubblico, sia in occasione delle cerimonie di partenza ed arrivo in Corso Italia a Piombino che nei comuni di Campiglia Marittima, Suvereto e Sassetta, interessati dal passaggio delle prove speciali Campiglia e Sassetta

A Roberto Tucci il Memorial Leonardo Tucci istituito in ricordo dell'indimenticabile pilota della bassa provincia livornese e assegnato al concorrente che ha fatto registrare il miglior riscontro cronometrico sulla prova speciale Campiglia. Ad assicurarsi la prima posizione nel contesto L’A7 per Leo, riservata al confronto della classe A7, è stato invece il settimo classificato assoluto David Gavazzi. Un’iniziativa che ha garantito ai primi tre piloti della categoria riservata alle vetture da 2000 cc di Gruppo A un rimborso sulla tassa di iscrizione ed un trofeo d’onore diventato consuetudine nelle recenti edizioni della gara.

La classifica assoluta: 1. Gessa-Pusceddu (Renault Clio RS) in 25'34.4; 2. Tucci-Micalizzi (Renault Clio S1600) a 2.0; 3. Simonetti-Angilletta (Renault Clio RS) a 30.2; 4. Sinibaldi-Vallini (Renault Clio S1600) a 37.1; 5. Signorini-Marraccini (Citroen C2) a 47.4; 6. Adami-Cigni (Renault Clio RS) a 1'05.4; 7. Gavazzi-Falciani (Renault Clio Williams) a 1'20.5; 8. Bubola-Bubola (Mitsubishi Lancer Evo X) a 1'38.6; 9. Zurri-Gabbricci (Renault Clio S1600) a 1'40.0; 10. Dondoli-Chionsini (Peugeot 106) a 1'46.1.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Attualità