QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°17° 
Domani 16°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 27 maggio 2019

Politica lunedì 28 gennaio 2019 ore 09:39

Congresso Pd, Val di Cornia pro Zingaretti

Ma solo "per un pugno di voti" ha sottolineato il comitato pro Giachetti, ribadendo la bassissima affluenza in questa prima fase congressuale



PIOMBINO — In Val di Cornia si è chiusa la prima fase del congresso nazionale del Pd, quella riservata ai soli iscritti, mentre ora parte la fase per le primarie del 3 marzo aperte a tutti i cittadini. In Val di Cornia sono stati attivati sia il Comitato Piazza Grande pro Nicola Zingaretti che il Comitato Sempre Avanti per Roberto Giachetti.

"Nicola Zingaretti supera i candidati renziani Martina e Giachetti a Piombino vincendo in 3 dei 4 circoli territoriali della città, vince nel comune di Campiglia e a Sassetta, mentre arriva vicino al pareggio a Suvereto e San Vincenzo, due circoli in cui i sostenitori del senatore di Scandicci avevano un tempo numeri bulgari. Anche nel Pd della Val di Cornia si apre ora una stagione nuova con gli iscritti che hanno evidentemente scelto il cambiamento. - hanno commentato dal Comitato Piazza Grande - Non chiederemo la testa di nessuno, non faremo mai come hanno fatto tanti di quelli che in questi anni hanno avuto responsabilità di guida nel Pd nazionale e locale. Non chiederemo le dimissioni di segretari o altri dirigenti del Pd solo perché la loro mozione ha perso, a differenza di quanto successo nel confronti della segretaria del Pd di Piombino Bruna Geri (ne abbiamo parlato in questo articolo, ndr). Noi ricostruiremo piuttosto un partito plurale e inclusivo. Basta con divisioni, veleni e personalismi. Chiediamo invece un cambio di passo al Pd Val di Cornia-Elba coerentemente con il messaggio che arriva dai nostri iscritti. Un nuovo Pd è una nuova sinistra in grado di costruire una solida alternativa al governo giallo-verde e di impedire di consegnare i nostri comuni alla Lega di Salvini".

Con il 32,52 per cento delle preferenze ottenute il Comitato Sempre Avanti  ha commentato il risultato, lasciando comunque spazio a una critica diretta al partito in Val di Cornia. "L’ottimo risultato ottenuto dalla mozione Giachetti rappresenta quegli iscritti che non vogliono accordi con il M5s, e non si vergognano di quello fatto nei governi a guida Pd. Inoltre il risultato è conseguito senza disporre di particolari sponsors politici e istituzionali e di risorse organizzative diverse dalla nostra buona volontà". E se sui numeri l'attenzione sideree spostare, il comitato pro Giachetti ha sottolineato come a Piombino per queste primarie hanno votato 325 iscritti. Nelle ultime primarie per la scelta del segretario nazionale nel 2017 erano stati 1.472. - hanno ricordato - Se le attuali tendenze venissero confermate, infatti, l’affluenza alle urne per il 3 marzo, sarebbero di gran lunga inferiori a quelle del 2017 (quelle con Renzi), e se Zingaretti, ci auguriamo non sia così, avesse alle primarie il 50 per cento dei voti prevedibili con l’attuale andamento del voto ai circoli, arriverebbe a 500mila preferenze il 3 marzo, il 40 per cento di quelli avuti da Renzi solo due anni fa, (1 milione e 267mila per l’esattezza). La nostra Federazione, in queste primarie, ha registrato la più bassa affluenza alle urne della Toscana, evidenzia una scarsa passione degli iscritti della nostra federazione per questa tornata congressuale e rende scarsamente significativo il dato complessivo. Quanto all’unità del partito, - hanno concluso - anche noi la consideriamo bene prezioso a maggior ragione alla vigilia di scadenze elettorali importanti amministrative ed europee. Noi siamo interessati a parlare ai cittadini, che chiedono che ci si occupi dei loro problemi e non dei destini individuali di pochi; a uscire dalle logiche amicali e di filiera e a premiare merito, consenso e competenza; a combattere i sovranismi identitari non ripiegando nella nostalgia ma con la forza aperta dell’innovazione, della cultura e del lavoro, del confronto con le forze sane e dinamiche della società".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Politica