QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°28° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 22 luglio 2018

Politica venerdì 13 aprile 2018 ore 15:00

"Discipliniamo meglio le gare d’appalto"

Riccardo Gelichi

Gelichi (Ascolta Piombino) ha presentato una mozione per migliorare i dettami delle gare: più trasparenza, sì concorrenza e no massimo ribasso



PIOMBINO — La lista civica Ascolta Piombino ha presentato in Consiglio una mozione dove si vuole promuovere una discussione sulle regole degli appalti pubblici con riferimento al D.lgs n. 56 19/04/2017 che contiene disposizioni integrative e correttive del D.lgs n. 50 18/04/2016 che s’ispira al criterio di trasparenza e di abbandono del massimo ribasso

"Nella proposta si chiederà di inserire all’interno del bando specifici criteri di qualità che consentano di analizzare i requisiti di reputazione legati ai precedenti comportamenti dell’impresa. - ha spiegato il consigliere Riccardo Gelichi - Proporremo inoltre di inserire elementi di sbarramento e non possibilità di partecipazione alla procedura, ad esempio in caso d’interruzioni di servizio resi per enti pubblici a seguito di motivazioni ritenute gravi e/o oggetto di contenziosi". 

La mozione mira dunque a preferire comportamenti trasparenti delle imprese anche dal punto di vista dell'offerta tecnica ed economica, senza puntare a un’ottica di massimo ribasso. 

"Sarebbe auspicabile, - ha aggiunto Gelichi - per le procedure per le quali non sono previsti termini tassativi, evitare tempi molto ristretti tra la data di pubblicazione del bando e la data di scadenza per la presentazione delle offerte, o prevedere tempi più lunghi rispetto a quelli minimi previsti dalla normativa, in modo da favorire una più ampia partecipazione e concorrenza". 

Per Ascolta Piombino, inserire una maggior attenzione e tutela a questi criteri di gestione delle gare rappresenterebbe "un contributo importante per evitare cantieri infiniti, lavori dubbi, potenziali e costosi contenziosi successivi".



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Cronaca