QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°24° 
Domani 16°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 22 settembre 2019

Attualità venerdì 29 dicembre 2017 ore 15:36

Emergenza casa, in arrivo i contributi antisfratto

Foto di repertorio

Aumentano i fondi stanziati per il sostegno ai morosi incolpevoli. Nel 2017 si contano 85 sfratti, pubblicato un nuovo bando per una nuova graduatoria



PIOMBINO — Ridurre gli sfratti per morosità incolpevole dovuti alla sopravvenuta incapacità degli inquilini di pagare il canone di locazione. È questo l’obiettivo principale dei contributi per la morosità incolpevole, uno degli strumenti a sostegno delle politiche abitative che si affianca ai diversi messi in campo dall’amministrazione comunale.

In questi giorni sono arrivate le risorse necessarie per far fronte alle richieste del 2017, in attesa di essere liquidate sulle scrivanie degli uffici. In tutto circa 53mila e settecento euro da liquidare ai cittadini morosi incolpevoli già ammessi a suo tempo, fino a un beneficio massimo di 8 mila euro.

Il Comune di Piombino, considerato un Comune virtuoso perchè è riuscito a spendere la totalità delle risorse messe a disposizione negli anni precedenti, ha potuto godere quest'anno di una maggiorazione nel contributo derivante dalle risorse non spese dagli altri Comuni. Inizialmente le risorse stanziate erano infatti di 23mila euro.

“In Toscana siamo l'unico Comune ad aver speso completamente le risorse stanziate - ha spiegato l'assessora alle politiche sociali Margherita Di Giorgi - segno di un lavoro molto efficace svolto dai nostri uffici e della evidente maggiore necessità del nostro Comune rispetto ad altre realtà. Con queste risorse dunque, potremo soddisfare una decina di richieste già pervenute da tempo, a fronte delle 25 richieste complessive. Stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti a disposizione per far fronte alle situazioni più difficili e più precarie dal punto di vista sociale ed economico. I fondi non sono sicuramente sufficienti ma servono ad alleggerire una situazione abbastanza difficile”.

Gli uffici a questo punto dovranno accertare le condizioni di permanenza della pendenza dello sfratto. Per poter essere erogato il contributo dovrà essere stato stipulato un accordo proprietario e inquilino, accertato dal competente Ufficio del Servizio Politiche Sociali. L'accordo dovrà essere stato valutato dalla Commissione per le prestazioni Sociali e l'emergenza abitativa.

Nel 2017 sono stati circa 85 gli sfratti complessivi segnalati all'ufficio casa del Comune. E' stato pubblicato, intanto, il bando per la formazione di una nuova graduatoria per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, che sono 900 in tutto il territorio del Comune, ma solo venti risultano attualmente quelli liberi, alcuni dei quali da sottoporre a manutenzione.



Tag

Conte arriva ad Atreju con il figlio: «Sono anche un papà ed è il mio turno... dove lo lascio?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca