QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Politica venerdì 22 febbraio 2019 ore 14:09

Francesco Ferrari candidato sindaco di Piombino

La promessa: "Impediremo il raddoppio dei volumi della discarica attraverso il ricorso ai poteri urbanistici". Per Ferrari "la città deve cambiare"



PIOMBINO — Francesco Ferrari è il primo candidato a sindaco di Piombino a iniziare la campagna elettorale. Ha riunito gli animi del Centrodestra unito, Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, ma la spinta propulsiva la daranno le liste civiche Ferrari sindaco e Ascolta Piombino nella convinzione che "Piombino deve ripartire dai piombinesi".

Così dal piazzale davanti la discarica Rimateria è partita la campagna elettorale di Francesco Ferrari. "Partiamo da qui per denunciare con forza quello che non va e per riprenderci il nostro futuro. - ha esordito Francesco Ferrari - Accanto ai milioni di euro di debiti, alla distruzione di un territorio, ai danni ambientali, alla scelta di sostituire la monocoltura dell'acciaio con quella dei rifiuti, ostacolo per ogni forma di diversificazione, c'è una responsabilità ancor più grave in capo a chi ci ha governato: il non aver ascoltato i cittadini, negando persino il referendum che la città chiedeva". 

E c'è già una promessa: "Impediremo il raddoppio dei volumi di discarica attraverso il ricorso ai poteri urbanistici propri di un'amministrazione", ha detto chiaramente Ferrari.

Per chi non lo conoscesse Francesco Ferrari è un avvocato penalista piombinese, è sposato con Sara e ha due bambine. Politicamente parlando è consigliere comunale uscente, entrato 4 anni fa con la lista Ferrari sindaco - Forza Italia, poi passato nella compagine di Fratelli d'Italia. 

"Io rappresento tutti coloro che vogliono ripristinare a Piombino la correttezza del funzionamento delle istituzioni democratiche, che vogliono cancellare gli errori del passato, che desiderano creare un clima di leale confronto. - ha aggiunto Ferrari  - Nella Piombino che vogliamo, le capacità e le competenze saranno valorizzate, le necessità capite e supportate. Sarà così anche per la mia squadra di governo: si baserà sulle competenze politiche e tecniche. Sarò un sindaco collegiale - ha confessato Ferrari - e ognuno si assumerà responsabilità di indirizzo e di esecuzione qualificata delle decisioni".

Quello che Ferrari ha tenuto a chiarire durante la sua presentazione ufficiale è che questo percorso non è solo un progetto di carattere politico, ma questo percorso racchiude un progetto programmatico che mira di portare a compimento proposte concrete e fattibili per ridisegnare il futuro di Piombino.

Valorizzazione del territorio, turismo, filiera ittica, nautica e cantieristica sono solo alcuni dei contributi che Ascolta Piombino, con il suo portavoce Riccardo Gelichi, porterà nel programma elettorale. "Abbiamo un progetto per la città. - ha commentato Gelichi - Abbiamo un programma molto strutturato forte della nostra presenza sul territorio da diversi anni che mettiamo a disposizione. Vogliamo dare un contributo positivo in una città allo sbando".

Ad ascoltare il via alla campagna elettorale il sindaco di Suvereto Giuliano Parodi che ha ritenuto quella di Ferrari "la proposte, ad oggi, più concreta e reale alternativa al Pd. Le divisioni tra destra e sinistra diventano strumentali. - ha aggiunto - I problemi di bandiera si possono superare di fronte a fattibilità del programma e credibilità delle persone". 

Che si possa allargare la coalizione nell'ottica di un'ampia alleanza? "Ci auguriamo che questo interesse si trasformi in appoggio e contributo di idee. - ha concluso Ferrari - Le porte di questo progetto sono aperte a tutti ma non a chi ha contribuito al disastro di questa città".

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Spettacoli