QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 25°30° 
Domani 24°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 19 agosto 2019

Attualità venerdì 04 agosto 2017 ore 18:40

Si spiana la strada per General Electric

General Electric (Foto di repertorio)

Focus sul progetto preliminare presentato da General Electric Nuovo Pignone per l'insediamento del gruppo nel porto piombinese



PIOMBINO — Si è svolto in sala consiliare a Piombino un primo incontro tecnico preliminare all'investimento del gruppo General Electric Nuovo Pignone. Presenti nella mattinata i rappresentanti della proprietà, il sindaco Massimo Giuliani, parte della giunta comunale e il personale tecnico del settore urbanistica, attività produttive e ambiente. 

E' stato un incontro necessario volto a definire meglio le modalità autorizzative dell'investimento, l'attività di assemblaggio di megaturbine elettriche, che il gruppo multinazionale intende fare sul porto piombinese. In sostanza si è data una prima definizione ai procedimenti per le autorizzazioni di competenza comunale e di ambito portuale, e in merito alle interazioni tra i procedimenti.

L'Autorità portuale è competente per l'esecuzione delle opere di banchinamento, che sono in corso, e la concessione demaniale finalizzate alla realizzazione degli impianti e delle attività industriali, ma anche ai fini della concessione dell'autorizzazione unica Suap e dell'autorizzazione unica ambientale (denominata AUA), rilasciate dal Comune. Ai rappresentanti del gruppo industriale è stato chiesto di presentate al Comune una richiesta di autorizzazione paesaggistica tenendo conto sia del progetto della Piombino Industrie Marittime che del progetto complessivo della Port Authority sul waterfront del porto piombinese.

“E' stato un primo focus tecnico a cui seguiranno altri incontri a partire dalla prossima settimana. Si tratta – ha affermato il sindaco Massimo Giulaini – di un'attività che, una volta realizzata, porterà ad un'occupazione diretta stimata tra gli 80 e i 100 occupati e nei periodi di massima produzione fino a 200. Queste cifre riguardano solo i lavoratori diretti, mentre non ci sono state fornite per quanto riguarda gli indiretti".

L'appuntamento è per la prossima settimana quando Nuovo Pignone, Comune e Autorità Portuale si ritroveranno ancora una volta per definire ulteriori aspetti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca