QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°30° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 29 giugno 2016

Politica sabato 09 gennaio 2016 ore 13:34

Maestrini e Camberini sono i nuovi assessori

Il sindaco Massimo Giuliani durante la conferenza di nomina: "Mi sento di dare nuova linfa a una squadra già competente, completa, compatta e coesa"

PIOMBINO — Presentati i nuovi assessori che entrano a far parte della squadra di Massimo GiulianI. 

Carla Maestrini raccoglie l'eredità della renziana Martina Pietrelli, caldamente sostenuta per le amministrative 2014, e si occuperà delle Politiche territoriali e dell'Urbanistica. 

Ilvio Camberini, invece, è il nuovo assessore al Bilancio forte della passata esperienza nel medesimo ruolo e all'esperienza di consigliere maturata negli anni; a questo si aggiungono 39 anni di lavoro in banca.

Fiducioso il sindaco Massimo Giuliani che torna ad avere la sua giunta al completo. Entrano due figure note all'interno del Partito Democratico per la loro presenza politica e intraprendenza. Nessuno di loro nasconde l'emozione di questo momento che scrive un nuovo capitolo per l'amministrazione cittadina dopo il primo insediamento a maggio 2014. 

"Ringrazio per questo incarico, consapevole delle difficoltà e della sfida politica. - commenta Carla Maestrini - Affronterò questo nuovo ruolo con umiltà, determinazione ed entusiasmo. Il campo dell'urbanistica per me è una sfida al presente per guardare al futuro; naturalmente la sfida è grande e la responsabilità decisiva". Il primo passo sarà ridiscutere il piano di indirizzo con proposte più concrete. L'appuntamento sarà tra gennaio e febbraio, il tempo necessario per capire come attuare il nuovo modello di sviluppo.

Consapevole della sfida raccolta anche Ilvio Camberini che da lunedì riprenderà in mano i conti comunali. "Serviranno capacità tecniche e sensibilità, dal momento che bisognerà mirare a mantenere i servizi senza aumentare la pressione fiscale". Considerato che il bilancio comunale si basa principalmente sulle entrate dei tributi, bisognerà far capire che i servizi si pagano, ma tutelando le categorie più deboli".

Complessivamente, tutte le azioni guarderanno allo sviluppo

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Tag