QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°15° 
Domani 13°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità mercoledì 29 maggio 2019 ore 08:05

Matteo Buselli con Paolo Ruffini in ricordo di Ale

Il giovane artista piombinese, per la prima volta sul palco, ha condotto la manifestazione benefica Hip Hop Alè in ricordo di Alessandro Cavallini



PIOMBINO — Dalla musica al set e non solo. Matteo Buselli, giovane cantautore e showman piombinese, è stato il conduttore della manifestazione benefica organizzata a Marina di Cecina dall'associazione Sui passi di Ale, per ricordare Alessandro Cavallini, un ragazzo scomparso nell'Ottobre 2011 a causa di un tumore pediatrico.

Hip Hop Alè, il titolo dell'iniziativa che porta sul palco rapper e gruppi di ballo di Hip Hop, la passione del piccolo Ale. Sabato 25 Maggio molti ospiti si sono esibiti sul palco, tra pianti di commozione e sorrisi. La conduzione dell'evento è stata affidata al giovane cantautore piombinese Matteo Buselli, che per la prima volta si è trovato a presentare una serata. 

Al fianco di Matteo il grande attore e comico livornese Paolo Ruffini, che con grande umanità e sensibilità ha portato il suo omaggio. 

"Ho conosciuto Giovanni Cavallini, il padre di Alessandro, sul set del cortometraggio La nonna di Niki Giustini e Graziano Salvadori, e con la Shutters, la produzione di cui faccio parte, ci abbiamo lavorato per altri progetti. - ha commentato Buselli - Purtroppo non ho avuto l'onore di conoscere Ale, ma sono bastati i racconti dei genitori per capire il guerriero che è stato e continuerà ad essere nei cuori di tutti noi. Sono veramente contento che i genitori mi hanno voluto al loro fianco in questo progetto, e ancora di più che a fiducia, visto che è stata la mia prima esperienza come presentatore, di avermi affidato un ruolo cosi importante e complesso, e per di più accanto ad un nome così imporante come quello di Paolino. Già conoscevo la sensibilità di Paolo, - ha aggiunto - e quel giorno ho capito che certi artisti hanno una marcia in più, che va oltre la maschera che indossano quando sono sul palcoscenico, Paolo è uno di quelli". 

Oltre a questa manifestazione la storia di Ale, della sua famiglia e del percorso terapeutico del piccolo è raccontata nel film Resilienza che vede la presenza dello stesso Ruffini. Un film che racchiude anche un messaggio, quello di affrontare e superare traumi e difficoltà che la vita ci mette davanti.



Tag

Remix, video e parodie: quando lo sfottò social rende il politico «pop»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Politica