QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°26° 
Domani 17°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 19 agosto 2019

Politica mercoledì 01 febbraio 2017 ore 10:54

Il Pd scende in piazza con i lavoratori

Valerio Fabiani

“La pazienza è finita da un pezzo. Rebrab passi dagli annunci ai fatti concreti", così il segretario Fabiani annuncia l'adesione alla manifestazione



PIOMBINO — Dopo la riunione degli iscritti Pd, arriva il comunicato in stampa in cui il Partito Democratico annuncia l'adesione alla manifestazione indetta dalle organizzazioni sindacali Aferpi per il 2 febbraio (leggi l'articolo correlato).

All'incontro riservato ai militanti del partito hanno presenziato il segretario della Federazione Valerio Fabiani, il sindaco di Piombino Massimo Giuliani, il consigliere regionale Pd e presidente della commissione industria Gianni Anselmi e la sottosegretaria all’Ambiente e deputata Pd Silvia Velo

Nel corso della riunione sono intervenuti anche figure simbolo del partito e della sua storia come l’ex sindaco e deputato Pci Enzo Polidori, e lavoratori del polo siderurgico come Alessandro Martini anche Rsu Fiom in Piombino Logistics o Valerio Pietrini operaio Aferpi e segretario del circolo di fabbrica del Pd. Ci sono stati anche gli interventi di Franco Franceschini coordinatore di zona della Cgil che ha spiegato la posizione del sindacato e della segretaria dei Giovani Democratici Alessandra Persiani che ha annunciato l’adesione alla manifestazione dei ragazzi della sua organizzazione. 

Ogni intervento ha fatto emergere la dura critica nei confronti della proprietà Aferpi per gli impegni disattesi e i ritardi e al tempo stesso la necessità di incalzarla per fare una 'operazione verità'. “La pazienza è finita da un pezzo. – ha dichiarato il segretario Fabiani – Rebrab passi dagli annunci ai fatti concreti, non può continuare a far precipitare nell’incertezza una comunità intera e con essa un pezzo nevralgico del processo di reindustrializzazione in cui abbiamo investito così tante risorse ed energie. Porti al ministro Calenda il piano industriale con relativo piano finanziario e ci consenta di valutare e di decidere”. 

Con questi presupposti, il 2 febbraio al fianco dei lavoratori in piazza ci sarà anche il Partito Democratico unendosi all'appello per una massiccia partecipazione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità