QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°26° 
Domani 11°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 21 ottobre 2018

Spettacoli lunedì 24 settembre 2018 ore 16:30

Spettacoli e musica animano il teatro Metropolitan

Illustrato il cartellone della stagione teatrale e quella concertistica con l'Orchestra della Toscana. Sette spettacoli e alcune novità



PIOMBINO — Dal 13 Novembre al 2 Aprile torna la stagione teatrale piombinese con Massimo Lopez & Tullio Solenghi, Maria Amelia Monti, Paola Minaccioni e Emilio Solfrizzi, Evolution Dance Theater, Alessandro Preziosi, Ottavia Piccolo e l’Orchestra multietnica di Arezzo per dirne alcuni dei grandi nomi che calcheranno il palco del Metropolitan.

La stagione 2018/2019 del Teatro Metropolitan di Piombino è frutto della collaborazione fra Amministrazione comunale e Fondazione Toscana Spettacolo onlus.

L’apertura della stagione spetta a Miss Marple, giochi di prestigio, adattamento (a cura di Edoardo Erba) dell’omonimo giallo di Agatha Christie, per la regia di Pierpaolo Sepe. Nella serata del 13 Novembre (ore 21, come per tutti gli spettacoli), Maria Amelia Monti vestirà i panni della più famosa detective, dando vita a un’indagine avvincente e coinvolgente, grazie anche alla simpatia, caratteristica della sua recitazione.

Pura evasione e creatività sono le parole chiave del secondo appuntamento della stagione (giovedì 29 novembre): Night garden unisce l’arte, la danza e le doti acrobatiche dei ballerini della compagnia eVolution dance theater alla magia delle ambientazioni tratte dal fantastico mondo della natura notturna. Il risultato è uno spettacolo rivoluzionario sul piano sperimentale, in cui Creativity in motion (motto della compagnia) viene sapientemente messo in pratica.

Il Vincent Van Gogh di Stefano Massini con Alessandro Preziosi (in scena martedì 11 dicembre, terzo spettacolo del cartellone) è un testo di rara potenza che sbircia tra le righe dei documenti storici costruendo un mirabile meccanismo drammaturgico sul doloroso vissuto di uno dei più grandi artisti di tutti i tempi.

Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni sono i protagonisti di A testa in giù, brillante commedia di Florian Zeller, uno dei talenti più affermati della nuova drammaturgia francese. Una rappresentazione originale (in scena martedì 22 gennaio), in cui entra in gioco anche il pubblico, testimone dei pensieri dei personaggi che parlano in disparte. Grande gioco di attori che svelano con la tecnica del doppio linguaggio una verità comica, crudele e meravigliosamente patetica.

Occident Express (ancora un testo di Stefano Massini, drammaturgo di fama internazionale), è la cronaca di un viaggio, il diario di una fuga, quella di Haifa, a cui dà voce e corpo una intensa Ottavia Piccolo. Accompagnata dall’Orchestra multietnica di Arezzo va in scena una storia vera, un piccolo pezzo di vita vissuta che compone il grande mosaico dell’umanità in cammino (martedì 12 febbraio).

Frutto di uno dei sodalizi artistici più duraturi della scena italiana, il Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show anima la serata di lunedì 25 febbraio, portando in scena una comicità ricca di improvvisazione, satira e storie di personaggi diversi, abilmente intrecciate tra loro. L’empatia caratteristica dei due comici, amici, oltre che colleghi, permette loro di intrattenere abilmente il pubblico, investendo la messinscena del compito di celebrare la memoria di Anna Marchesini.

Il settimo appuntamento della stagione (mercoledì 20 marzo) è con un classico della letteratura della seconda metà dell’Ottocento e della drammaturgia dell’età contemporanea: I Miserabili di Victor Hugo, con, tra gli altri, Franco Branciaroli e Francesco Migliaccio. Lo spettacolo dà voce a coloro che stanno oltre il terzo e il quarto stato e rappresentano l’umano nella sua nudità.

Tartufo (testo di Molière, adattamento e regia di Roberto Valerio) ha il compito di chiudere la stagione del Metropolitan martedì 2 aprile: una commedia divertente, che unisce la satira corrosiva alla profonda riflessione sull'animo umano e sui valori sociali; con una visione audace e contemporanea che sottolinea la crisi della nostra società moderna.

Da dicembre a maggio torna inoltre la musica con la stagione concertistica realizzata insieme all’Orchestra della Toscana, protagonista questa estate della seconda edizione di Fusioni Piombino Festival. Si confermano le iniziative collaterali che arricchiscono le due stagioni, come gli incontri prima dello spettacolo e il servizio babysitting, ma anche il ciclo di incontri di introduzione all'ascolto musicale in biblioteca e il progetto Invito alla Musica per gli studenti delle scuole superiori.

Dal primo ottobre parte la campagna abbonamenti che negli ultimi anni, in fatto di numeri, ha dato molta soddisfazione. I prezzi dei biglietti restano invariati, mentre la novità è l'estensione delle riduzioni per i giovani fino a 30 anni e per gli universitari.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Politica