QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 19 ottobre 2017

Lavoro giovedì 12 ottobre 2017 ore 17:33

Col piano Unicoop Tirreno si temono gravi ricadute

La sede di Unicoop Tirreno a Riotorto

Filcams Cgil ha confermato lo stato di agitazione. Alla preoccupazione del sindacato si aggiunge quella di Sinistra Italiana in Toscana

PIOMBINO — L’incontro nazionale con il Direttore Generale e il direttore del personale di Unicoop Tirreno non ha avuto l’esito atteso. Lo si apprende da una nota della Filcams Cgil Nazionale avvallando la preoccupazione già esternata dalla Filcams Cgil dei territori di Livorno e Grosseto e confermando lo stato di agitazione (leggi l'articolo correlato).

E nel merito sono entrati i coordinatori regionali di Sinistra Italiana Daniela Lastri e Marco Sabatini, esprimendo solidarietà ai lavoratori.

“Siamo fortemente preoccupati per quanto emerso dal tavolo nazionale tra sindacati, direttore generale e direttore del personale di Unicoop Tirreno. L’accordo di maggio alla cui base c’era un patto di salvaguardia occupazionale è stato completamente disatteso. - hanno detto - Il piano industriale avrà delle conseguenze pesanti visto che è stata confermata la terziarizzazione della logistica e dei reparti pescheria, una sperimentazione che potrebbe venire estesa ad altri punti vendita e reparti. La Toscana ha già pagato con la chiusura dei negozi via Frank a Livorno e al porto di San Vincenzo, oltre all’annunciato ridimensionamento dell’Ipercoop sempre a Livorno. Anche se altre chiusure sono state scongiurate, il futuro di troppe persone rischia di essere incerto: per questo - hanno concluso - rinnoviamo l’invito alle istituzioni a scendere in campo senza indugi a fianco di dipendenti e sindacati che hanno confermato lo stato di agitazione”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità