QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°16° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 21 maggio 2019

Politica giovedì 04 ottobre 2018 ore 09:34

Ripascimento: mozione bocciata, inutili le firme

Foto di repertorio

"Sarà il peggior disastro per i sanvincenzini", hanno commentato i gruppi di minoranza. In Consiglio la promessa di un'assemblea pubblica



SAN VINCENZO — Il sindaco Alessandro Bandini ha dimostrato di disprezzare più di 1.100 cittadini che in pochi giorni hanno firmato una importante petizione". Così i gruppi consiliari Assemblea Sanvincenzina e Siamo San Vincenzo oltre al Meet up storico M5s San Vincenzo che nei mesi scorsi sono impegnati nella petizione contro l'utilizzo di materiale di cava per le opere di ripascimento a sud del porto (leggi qui sotto gli articoli correlati).

"La Giunta ha approvato questo progetto che, dopo l'ampliamento del porto, sarà il peggior disastro per i sanvincenzini che si ritroveranno quasi certamente sabbia diversa da quella nostrana, mare intorbidito e sassi appuntiti per i prossimi anni. Anni in cui spenderemo sempre più denaro pubblico per ripulire i danni della Giunta Bandini. - hanno commentato in una nota - La bocciatura della mozione è stata motivata dal fatto che la Giunta ha bisogno di chiarimenti dalla Regione Toscana, ma alle nostre domande su quali fossero questi dubbi visto che il bando è stato vinto, i lavori assegnati e imminenti a partire, l'assessore Russo ha balbettato poco e nulla". 

La preoccupazione dei gruppi di opposizione è l'effetto che potranno avere i materiali di cava sulla spiaggia sanvincenzina.

"Bandini, sempre in seduta di Consiglio, si è impegnato a convocare un'assemblea pubblica sul progetto, ci auspichiamo che questa promessa venga onorata ma, nel caso non succedesse, ci prendiamo l'impegno di farla noi, l'assemblea pubblica. - hanno concluso - I cittadini hanno diritto a conoscere la poca lungimiranza di chi li amministra, di chi decide con leggerezza sul nostro futuro. Questa ennesima prepotenza verso il territorio di sindaco e Giunta, con cui forse si spera di lasciare un segno nell'anonimato di un mandato senza grandi partite chiuse, rende sempre più chiaro che questa è una classe politica finita, dannosa e senza idee per il territorio".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Elezioni