QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°16° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 19 novembre 2019

Politica martedì 01 maggio 2018 ore 09:43

Sulla questione Aferpi è caos in Consiglio

Per il sindaco Parodi doveva essere un Consiglio sulla questione lavoro. Per i consiglieri Pd è stata solo propaganda e hanno lasciato l'aula



SUVERETO — Il Consiglio comunale di Suvereto del 30 Aprile aperto ai lavoratori di Rimateria e Aferpi. Ma gli animi si sono scaldati e quello che doveva essere un confronto dedicato alla questione lavoro in Val di Cornia si è rivelato uno scontro politico. La versione dell'una e dell'altra parta sono state poi rivelate su Facebook.

"La seduta del 30 Aprile infatti si è aperta con gli interventi dei lavoratori di rimateria e di aferpi che avevano richiesto al sindaco di poter essere ascoltati. Si è parlato del diritto al lavoro, volando alto sulla riqualificazione del territorio, sulle bonifiche e sulla voglia dei lavoratori di contribuire a questi processi portando la loro voce nelle sedi istituzionali", ha spiegato il sindaco Giuliano Parodi postando il resoconto sulla pagina Facebook del Comune.

Il pomo della discordia, però, è stato l'intervento dei lavoratori aderenti al movimento Art. 1 - Camping Cig che da mesi chiedono ai Consigli comunali dei Comuni della Val di Cornia per ottenere un consiglio aperto e congiunto nel tentativo di sciogliere i nodi o per lo meno fare il punto della situazione soprattutto per il futuro della fabbrica.

"I consiglieri del Pd Tosi e Dell'Agnello hanno lasciato l'aula per la loro contrarietà a far parlare i lavoratori, e alcuni operai che non condividendo l'iniziativa di ascolto hanno tentato di boicottare il dibattito cercando divisioni sindacali e politiche", ha scritto il sindaco Parodi.

Di contro, all'indomani del Consiglio, si è espressa Suvereto Protagonista che ha presentato una mozione d'ordine per poi abbandonare l'aula. "Il gruppo consiliare Suvereto Protagonista ha chiesto, a maggioranza, il ritiro di questo odg per due motivazioni: una politica ed una di carattere procedurale. - hanno spiegato - Quella politica perché si ritiene che la discussione sulla situazione Aferpi debba essere affrontata anche con le rappresentanze sindacali elette democraticamente, pienamente legittimate di recente dal voto di circa il 70 per cento dei lavoratori della fabbrica".

Insomma, per i consiglieri Pd il sindaco non avrebbe dovuto scegliere di affrontare la questione solo con il Camping Cig. "Un metodo propagandistico e pre elettorale per propri fini che non riflette la storia ed il ruolo che un Consiglio comunale è tenuto a svolgere, rispettando le varie parti", hanno sottolineato.

Sarebbe questa, dunque, la motivazione che ha spinto il gruppo consiliare Suvereto Protagonista ad abbandonare l'aula "perché - hanno aggiunto - la discussione di questo odg apre un problema di legittimità istituzionale con uso parziale delle rappresentanze al quale noi non vogliamo partecipare, mentre chiediamo di riprendere questa discussione includendo anche i rappresentanti dei sindacati confederali, espressione della volontà dei lavoratori".

Il sindaco Parodi, però, ha voluto dal canto suo precisare che "il Comune di Suvereto considera tutti i lavoratori tutti con pari dignità, non impedirà mai di parlare a chiunque lo richieda, come ieri sera ha dato parola a chiunque l'abbia chiesta".

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Alessandria sott'acqua, allagamenti e scuole chiuse per il maltempo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità