QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Attualità venerdì 05 maggio 2017 ore 13:22

Terme di Suvereto, è arrivata la concessione

Con il rilascio della concessione l'iter per il progetto delle terme può dirsi completato. Sciolti i dubbi sulla falda di Notri



SUVERETO — Suvereto è arrivato all'ultimo atto delle procedure burocratiche per le Terme. Il 2 maggio scorso, con il decreto Dirigenziale della Regionae Toscana n° 5249, è stata rilasciata la concessione mineraria per lo sfruttamento del giacimento delle acque termali in località Notri all'azienda Agricola Gambassi Terme per i prossimi 25 anni.

“Questa notizia mi riempe di gioia e di orgoglio – ha commentato il sindaco Giuliano Parodi che ha condotto questa istruttoria dal primo giorno di insediamento – questa storia è durata anche troppo tempo visto che l'azienda ha iniziato il suo iter quasi 10 anni fa, ostacolata in tutti i modi, come ben sappiamo, dalla miopia di chi voleva avere il monopolio sulle terme e da una politica incapace di prendere le decisioni giuste per il proprio comune serva di strategie pianificate lontano da noi e che stava conducendo il Comune alla fusione per impedire il suo sviluppo. In campagna elettorale Assemblea Popolare lo diceva, solo se vinciamo noi le elezioni le Terme di Suvereto potranno superare tutti gli ostacoli, e così è stato, a 3 anni dalla mia elezione abbiamo concluso questo faticoso iter che ha trovato resistenze in ogni ambito fino alla fine”.

La variante al piano strutturale, co-pianificata con la Regione Toscana, che ha visto il nulla osta della stessa ribadendo che l'intervento riqualificherà l'area creando occupazione e turismo, e la relazione dell'Ufficio del Genio Civile, che dopo una complessa serie di ricerche ed approfondimenti in loco ha stabilito i paramentri di sfruttamento della risorsa meno invasivi per la falda, hanno portato a questo risultato, frutto della costanza e della determinazione di questa amministrazione che ha lavorato seriamente con gli uffici regionali e i loro tecnici.

“La quantità di acqua massima che potrà prelevare l'azienda per dimensionare l'impianto è notevole, quei 40 litri al secondo di media, necessari e sufficienti per la realizzazione di un impianto moderno, efficiente e all'avanguardia in Europa. – ha spiegato il sindaco – Il pompaggio sarà diversificato nei mesi estivi e nei mesi invernali e ci sono tutta una serie di indicazioni da parte del Genio Civili atti a salvaguardare la falda ma allo stesso tempo permettere la costruzione di un impianto che dovrà diventare il centro nevralgico del turismo termale della Val di Cornia e non solo, andando a realizzare quella destagionalizzazione del turismo da troppo tempo enunciata e mai concretamente realizzata”.

Per i dubbi sulla possibile interferenza con le terme di Venturina è stato verificato che le falde sono separate e pertanto viene escluso ogni possibile disagio alle attività di Venturia dal pompaggio dell'acqua a Notri. Insomma il Comune di Suvereto è a compimento di questo percorso che porterà alla realizzazione di una struttura con oltre 5000 metri quadrati di piscine termali, 6000 metri quadrati di costruzioni a servizio dell'impianto, una piscina sportiva semi-olimpionica che sarà convenzionata con il comune per sviluppare tutto il settore sportivo nuoto e pallanuoto Suvereto, voluta dall'Amministrazione e aggiunta al progetto di accordo con l'imprenditore, e oltre 15 mila metri di parco con piante officinali e percorsi fitness per una vacanza all'insegna del benessere fisico e mentale. Una realizzazione che si cala perfettamente nella campagna suveretana.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità