QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°28° 
Domani 25°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 25 giugno 2019

Attualità martedì 21 maggio 2019 ore 16:20

Con Ri-Creazione educazione ambientale a scuola

Responsabilità civica, tutela dell'ambiente e riduzione dei rifiuti, questi gli obiettivi del progetto Ri-Creazione promosso da Sei Toscana



VAL DI CORNIA — Concluso il progetto Ri-Creazione. Da oggetto a rifiuto e ritorno promosso da Sei Toscana nel territorio dell'Ato Toscana Sud. Coinvolti complessivamente più di 8500 studenti, quasi 3mila ore dedicate fra lezioni in classe e laboratori, 90 visite agli impianti del territorio, 480 classi di 144 scuole, primarie e secondarie, e una settantina di Comuni coinvolti.

La quarta edizione di RI-Creazione ha visto la partecipazione degli istituti scolastici di 67 Comuni dell’Ato Toscana Sud, coinvolgendo l’intero territorio in cui opera Sei Toscana, dal Valdarno all’Amiata, dalla Valtiberina alla Valdorcia, dalla Valdelsa sino alla costa maremmana e alla Val di Cornia. Obiettivo del progetto la promozione della responsabilità civica e l’impegno quotidiano per la tutela dell’ambiente, la crescita della consapevolezza nei ragazzi sui temi legati al ciclo integrato dei rifiuti e la riduzione dei rifiuti

I numeri della Val di Cornia. Sono stati 3 i Comuni della Val di Cornia, in provincia di Livorno, che hanno partecipato con i propri istituti scolastici alla quarta edizione di RI-Creazione (Campiglia Marittima, Castagneto Carducci e Piombino). Hanno partecipato al progetto 7 istituti scolastici del territorio, 3 scuole primarie e 4 scuole secondarie, per un totale di 23 classi e 498 ragazzi coinvolti. Sono state organizzate 2 visite agli impianti del territorio che hanno visto la partecipazione di 39 studenti. Sono 138 le ore dedicate al progetto, 54 nelle scuole primarie e 84 nelle scuole secondarie.

“I numeri di questo quarto anno sono più che positivi, con una crescita molto significativa di iscrizioni rispetto alle scorse edizioni. – ha detto Leonardo Masi, presidente di Sei Toscana – Sono stati introdotti alcuni elementi di novità, intensificando l’attenzione verso le specifiche esigenze dei territori, assicurando così una variegata offerta formativa che è stata particolarmente apprezzata da studenti e corpo docente. Ringrazio gli alunni, gli insegnanti, i circoli didattici, le Amministrazioni comunali e ultime, ma non in ordine di importanza, le società che gestiscono gli impianti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Lavoro

Attualità

Cronaca