QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°17° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 maggio 2019

Attualità venerdì 29 maggio 2015 ore 20:26

Accordo per Piombino, grazie di Rebrab a Rossi

Dopo la maratona per l'accordo su Piombino, la dirigenza di Cevital scrive a Rossi per ringraziarlo per l'impegno profuso nella vicenda



PIOMBINO — Solo poche righe ma con i loro più sentiti ringraziamenti all'attuale presidente della Regione Toscana per il suo decisivo intervento, insieme a quello del Governo, per il rilancio del polo industriale di Piombino.

E' quanto hanno scritto in una lettera a doppia firma inviata alla presidenza della Regione il presidente del consiglio di amministrazione e l'amministratore delegato di Cevital. Nella breve nota annunciano la positiva soluzione della trattativa sindacale e di quella relativa alle questioni ambientali legate alla ex Lucchini di Piombino.

Secondo i due firmatari tale risultato è stato raggiunto anche in conseguenza del decisivo intervento del presidente della Regione e del Governo. I due si sentono pertanto in dovere di formulare i loro più sentiti ringraziamenti uniti all'augurio che la positiva collaborazione possa continuare fino al decisivo raggiungimento del comune obiettivo del rilancio del sito di Piombino.

L'accordo, firmato nella notte tra giovedì 28 e venerdì 29 maggio al Ministero dello Sviluppo Economico tra Cevital e Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm Uil e Ugl Metalmeccanici relativo all'impianto di Piombino, ha bisogno di un'altra tappa poichè, come scrive il Mise: "permangono alcuni aspetti su cui ricercare una definitiva composizione che le parti si sono esplicitamente riservate di raggiungere".

Secondo quanto appreso restano ancora alcuni punti da discutere, ma è probabile l'intesa sugli scatti di anzianità e sulle maggiorazioni. L'ipotesi di accordo, se sarà raggiunta nell'incontro del 3 giugno a Piombino, verrà illustrata subito dopo alle assemblee per poi dare la possibilità a tutti i lavoratori di esprimersi in un referendum come da sempre stabilito.

Per mercoledì 3 giugno alle 8,30 è fissato il consiglio di fabbrica, poi assemblee informative dalle 10,30 alle 12 e quindi dalle 14 alle 15,30. Assemblee con i segretari nazionali e referendum si svolgeranno dopo la firma dell'intesa al Mise, successiva alle verifiche richieste dall'azienda



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Sport