QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°20° 
Domani 17°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 ottobre 2019

Attualità martedì 07 aprile 2015 ore 19:14

​Al via l'intervento antierosione sul lungomare

Prenderanno il via i lavori di ripristino della scarpata e del marciapiede. La durata è prevista per sette mesi e il costo supera il milione di euro



PIOMBINO — Approvato dalla giunta municipale il progetto esecutivo che dà l’avvio al 1° lotto dell’intervento di consolidamento e bonifica del tratto di costa sottostante il lungomare Marconi fino al largo Fattori. Un intervento stimato in 1.268 mila euro finanziati dalla Regione.

La sistemazione dell’area è finalizzata alla conservazione della costa in un’area di particolare pregio paesaggistico, sulla base di studi specialistici che sono stati realizzati preliminarmente per individuarne le caratteristiche geologiche, geotecniche, geomorfologiche e idrogeologiche.

L’intervento che verrà avviato prevede pertanto la realizzazione di paratie di contrasto con dei tiranti da posizionare nei punti di maggiore instabilità in corrispondenza del marciapiede superiore. Una volta completato l’intervento, la paratia e il cordolo superiore saranno completamente interrati senza alcun impatto dal punto di vista estetico e ambientale.

La ringhiera che è attualmente presente sarà rimossa e ripristinata dopo la realizzazione della paratia. Per la protezione del versante saranno realizzati interventi contro l’erosione in atto, con una preventiva pulizia dell’intero versante dalla vegetazione incolta. Saranno poi messe in opera delle reti di protezione e di stabilizzazione.

L’intervento verrà poi completato con la piantumazione di specie tipiche della zona per favorire il completo reinserimento ambientale. Al piede della scarpata, a ridosso del versante, sarà posizione una scogliera in massi naturali, di circa 1,5 - e metri di altezza rispetto al livello medio del mare, con la funzione di proteggere dall’azione erosiva del mare che contribuisce a mantenere attivo il dissesto.

La scogliera seguirà il più possibile la linea della scarpata e la sua posa in opera dovrà permettere la fruizione della spiaggia esistente anche successivamente alla sua realizzazione.

Per quanto riguarda invece gli interventi sul marciapiede superiore, attualmente in condizioni di dissesto, è previsto il rifacimento del sistema scolante delle acque con l’inserimento di pozzetti che convoglino le acque verso le fognature presenti.

Sarà poi ripristinato l’intero marciapiede con la giusta pendenza verso i pozzetti che saranno dotati di caditoie. Altri interventi importanti saranno realizzati per migliorare il sistema di raccolta delle acque meteoriche. Tutto questo per garantire che le piogge non confluiscano sulla scarpata che comunque verrà protetta dall’azione erosiva grazie all’installazione del geocomposto con rete metallica e biorete in materia vegetale.

Si provvederà poi al ripristino dell’aiuola esistente e al rifacimento della pavimentazione intorno. Sarà inoltre ripristinata la ringhiera parapetto. I lavori, che potranno iniziare a breve, avranno una durata prevista di circa 7 mesi e si concluderanno nel corso dell’anno.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità