comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15° 
Domani 16°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 27 settembre 2020
corriere tv
Triplice fischio al funerale dell'arbitro De Santis, ucciso a Lecce con la fidanzata

Politica giovedì 05 luglio 2018 ore 16:18

Comune dei cittadini pensa a una super lista

Dall'assemblea pubblica la lista Comune dei cittadini lancia un appello in vista delle elezioni amministrative 2019, ma a una condizione



CAMPIGLIA MARITTIMA — "Un’assemblea molto partecipata nella quale tutti gli intervenuti, pur con diverse motivazioni, hanno sostenuto la necessità di riproporre l’esperienza di una lista civica per contribuire al cambiamento nei metodi e negli obiettivi di governo espressi dell’amministrazione in carica". Così l'attuale lista di minoranza Comune dei Cittadini ha commentato l'esito dell'assemblea pubblica. 

"In sostanza l’opinione prevalente è che di una lista civica ci sia ancora bisogno. Una lista inclusiva, unita solo dalla condivisione di un programma per il cambiamento, aperta a tutti i cittadini senza preclusioni di appartenenza politica. - hanno sottolineato - Una lista che favorisca l’aggregazione delle stesse forze politiche intorno ad un programma condiviso. Il percorso che proponiamo è dunque cosa molto diversa dalla formazione di una coalizione fatta da simboli e accordi di partito". 

Questo il punto di vista di Comune dei cittadini che invita chi vorrà sostenere questo processo "a rinunciare ai propri simboli, Comune dei Cittadini per primo, per favorire la libera aggregazione dei cittadini, compresi coloro, e sono molti, che non si sentono rappresentati dalle forze politiche attualmente in campo".

Nel 2014 questo non fu possibile per i vincoli statutari del M5s e per libera scelta delle forze politiche, ma la lista rinnova comunque la proposta in vista delle elezioni amministrative 2019.

"Ci rivolgiamo a tutti. - hanno concluso - L’auspicio è che oggi sia più forte la voglia di contribuire al cambiamento del governo locale rispetto all’interesse ad essere rappresentati come parte o partito. Scelta assolutamente legittima, ma che nell’attuale situazione politica è destinata a favorire chi ha interesse a non cambiare nulla".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità