QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°24° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 26 settembre 2017

Attualità lunedì 17 luglio 2017 ore 10:00

Varco attivo o no? Quando la trappola è l'italiano

Il Comitato per Campiglia segnala l'ambiguità della segnaletica per la Ztl nel centro storico che, così, rischia di essere una vera e propria trappola

CAMPIGLIA MARITTIMA — Da quanto è attiva la Ztl nel centro storico di Campiglia si alternano le segnalazioni "varco attivo" e "varco non attivo". Diciture che, secondo il Comitato per Campiglia, sono fuorvianti in quanto la parola varco come indicato sul vocabolario vuol dire passaggio.

Quindi la domanda sorge spontanea: varco attivo vuol dire che il passaggio è libero o che il varco elettronico in ingresso al paese è attivo? E viceversa. Per rispondere a questa domanda, siamo andati a cercare le dritte dell'Amministrazione in fatto di Ztl (leggi l'articolo consigliato). 

"I varchi elettronici sono posti in via XXV luglio, in via Aldo Moro/piazza Gallistro e alla fine di via Roma. - avevano spiegato in una nota - Sono opportunamente indicati con apposita segnaletica che specifica se il varco è attivo (accesso consentito solo in base alle autorizzazioni) o non attivo (accesso consentito a tutti). Nel caso in cui ci sia la dicitura "varco attivo x tutti" vuol dire che l'accesso alla Ztl è vietato a tutti e il transito dei veicoli viene rilevato con l'invio dei dati al comando della Municipale".

Per il Comitato per Campiglia la parola varco è fuorviante e potrebbe creare non pochi dubbi a chi non conosce perfettamente tutte le sfumature della lingua italiana con il rischio di ritrovarsi una multa inaspettata.

"Nel 2002 il Ministero della Funzione Pubblica pubblicava una direttiva per contribuire alla semplificazione del linguaggio usato dalle pubbliche amministrazioni nei loro scritti. - hanno fatto presente dal Comitato - L'Amministrazione comunale e la Polizia municipale hanno costruito una vera trappola acchiappacitrulli fatta non tanto per fare capire quando si può passare o meno dal centro, quanto per mettere le mani nelle tasche dei cittadini e di visitatori italiani e stranieri che non conoscono le innumerevoli sfaccettature del burocratese. Alle numerose proteste dell'anno passato - hanno concluso - non è seguito nulla se non la risposta che anche in altri comuni si utilizza la stessa segnaletica". Ma questa dicitura, in realtà, sarebbe riconducibile a una direttiva del Ministero dei Trasporti che ha portato alla sostituzione del classico e intuitivo "varco aperto" e "varco chiuso".

Il Comitato per Campiglia, pertanto, torna a chiedere la modifica della segnaletica in questione ritenendola ambigua e filologicamente sbagliata e di conoscere gli incassi prodotti dalle multe della Ztl relativi al 2015 e al 2016 e come sono stati spesi.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Tag