QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 12 dicembre 2019

Politica lunedì 11 dicembre 2017 ore 16:46

"Perchè il sindaco non ha chiuso le scuole?"

La ferrovia allagata a Campiglia

La protesta del Movimento 5 Stelle: "Non ci presenteremo in consiglio comunale, useremo quel tempo per sopralluoghi nei punti critici del comune"



CAMPIGLIA — "Sui livelli di allerta, sul ruolo dei Sindaci e sul grado di responsabilità dei vari attori protagonisti del sistema di protezione civile, è doveroso fare chiarezza". Sono parole del Movimento 5 Stelle di Campiglia, che ha emesso oggi una nota che riportiamo integralmente.

"Ieri alle ore 18 - si legge nella nota - la protezione civile ha diramato un'allerta meteo Arancione per tutta la regione Toscana per forti raffiche di vento e mareggiate,sino alle ore 24 del giorno 11 Dicembre.La scelta spetta esclusivamente al singolo Sindaco di ogni comune, che in piena autonomia decide sulla chiusura o meno delle scuole a prescindere dall’allerta meteo.Un sindaco, ad esempio, in base alla conoscenza del proprio territorio, può decidere di chiudere le scuole anche se c’è l’allerta gialla, mentre un altro sindaco può decidere di tenerle aperte anche con l’allerta rossa, magari avvalendosi di un esperto meteorologo comunale che sappia interpretare nel modo migliore l’allerta della protezione civile centrale. 

Il sindaco del comune di Campiglia Marittima,ha deciso di lasciare le scuole aperte,forse dimenticandosi dei recenti episodi di allagamenti e di caduta alberi che hanno provocato anche dei ferimenti non intervenendo per via precauzionale,riteniamo che un'amministrazione,anche creando disagio,dopo un bollettino meteo di criticità diramato ieri,abbia il dovere di agire tempestivamente in primo luogo per la sicurezza dei propri cittadini.”Meglio un giorno meno a scuola” a parer nostro,che dover piangere vittime come purtroppo sempre più spesso accade in tutto il territorio Nazionale.Un codice arancione cioè uno stato di allerta,già permette ai sindaci di mettere in atto determinati interventi,i tecnici dicono che il codice arancione non è molto diverso da quello rosso, ossia che si differenzia da quest’ultimo solo per l’ampiezza del fenomeno.Memori dell'esperienza di Livorno,che per un codice arancione ha dovuto piangere 9 vittime,riteniamo che sia meglio un'eccessiva prudenza,che una poca prudenza e prevenzione.Ritenendo inoltre che un sindaco debba dare un buon esempio di attaccamento oltre che alle persone,anche al proprio territorio,pensavamo che il consiglio comunale di oggi,viste le problematiche avversità climatiche che stanno interessando la nostra zona,venisse rimandato a data da destinarsi".

"Il M5S Campiglia Marittima - conclude la nota - non condividendo l'atteggiamento troppo leggero di questa amministrazione verso la tutela dei propri cittadini e non ritenedo urgenti i punti redatti all'ordine del giorno,Daniele Fioretti e Chesi Cristina in qualità di consiglieri comunali,non si presenteranno in consiglio,promettendosi di impiegare quel tempo in sopralluoghi di sorveglianza nei punti critici del nostro comune".



Tag

Grassi passa alla Lega, il suo intervento in Senato: "Non mi riconosco piu' nelle politiche del M5s"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità