QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 agosto 2019

Attualità venerdì 05 giugno 2015 ore 20:14

Decoro urbano, incontro con i commercianti

Continua il percorso avviato dal Comune sul decoro urbano con il coinvolgimento di esercenti commerciali e ristoratori di parti diverse della città.



PIOMBINO — Si è svolta mercoledì pomeriggio la prima riunione allargata agli esercenti commerciali del centro storico, convocata dall’assessore al decoro Claudio Capuano. Erano presenti anche rappresentanti delle associazioni piombinesi che fanno parte del tavolo del decoro e Asiu. Degli esercenti di Corso Vittorio Emanuele II° hanno partecipato l’Immobiliare del Corso, Caffè Nanni, Tabaccheria Grassi, Il Boccondivino, Big Ben, Pizzeria l'Arsenale, Da Balestra, Il Peccato.

L’assessore Capuano nella sua introduzione ha sottolineato il numero di segnalazioni ricevute sul tema del decoro e della pulizia della città. “Il centro storico deve essere pulito perché frequentato dai turisti e la prima impressone che devono avere è quella di una città pulita e accogliente, anche in vista dell’arrivo delle navi da crociera nel 2016 - ha detto Capuano - Ci aspettiamo quindi collaborazione da parte degli esercenti e dei cittadini. Le regole verranno fatte rispettare, è giusto che chi sporca paghi

Ha poi delineato alcune idee proposte da discutere: "Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti. Sul porta a porta ad esempio, sarebbe necessario trovare soluzioni diverse per evitare che vengano lasciati sacchetti della spazzatura lungo le vie, in modo poco decoroso.

Per le deiezioni canine, un modo per sensibilizzare e aiutare la raccolta, potrebbe essere quello di dotare i negozianti del centro storico dei sacchettini invece di installare dispenser nelle strade che in passato non hanno avuto un grande esito dal punto di vista dell’efficacia.

Fondamentale comunque la collaborazione dei cittadini. Su questo punto ha insistito anche Giuseppe Tabani di Asiu: "Il cittadino è un “prosumer” (produttore e consumatore). Il servizio funziona se c’è collaborazione da parte dell’utente. Il servizio di raccolta dei rifiuti nel centro storico da parte di Asiu c’è e funziona - ha detto Tabani - Asiu svolge un servizio sette giorni su sette dalle 7 fino alle 20. Periodicamente viene fatta la disinfezione delle mura degli edifici e dei cestini dell’immondizia”.

I commercianti nel corso della discussione hanno sollevato problemi legati alle deiezioni dei cani, alla pulizia della domenica mattina (carente perché il sabato sera il centro storico viene sporcato molto), alla necessità di effettuare tagli dell’erba più mirati in alcune aree, alla scarsa vigilanza.

“Chiediamo ad ognuno di farsi carico di una parte di responsabilità in questo senso, per far crescere la città in un’ottica anche di cittadinanza attiva - ha ribadito l’assessore Capuano - da parte di molti cittadini c’è già una forte sensibilità al problema, l’obiettivo è quello di coinvolgere un sempre maggior numero di persone per porre la questione del decoro al primo posto.”

Il percorso di confronto aperto con il mondo del commercio continuerà con una nuova riunione convocata per mercoledì prossimo, 10 giugno alle ore 15, con gli esercenti di corso Italia e si allargherà nelle prossime settimane anche ad altri quartieri della città.



Tag

Il giorno dei big al Quirinale, il racconto in 150 secondi

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Attualità

Politica