QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°13° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 05 dicembre 2019

Attualità venerdì 25 ottobre 2019 ore 18:00

Autorità portuale, ok a bilancio e opere pubbliche

Il Comitato di gestione

Approvato anche il programma triennale delle opere pubbliche. Nel 2020 previsti interventi nei porti di Piombino, Portoferraio e Rio Marina



LIVORNO — Un presunto avanzo di cassa di 141 milioni, un risultato economico netto di 2 milioni e un avanzo di amministrazione che di qui alla fine dell’anno prossimo dimagrirà di 12,5 milioni, passando da 88 a 75 milioni di euro. Sono i numeri  dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale, illustrati dal segretario generale facente funzione, Simone Gagliani, e riportati nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario del 2020, che questa mattina è stato approvato dal Comitato di Gestione, come si legge in una nota dell'ente.

"Il 2020 è un anno importante per l’Adsp, che sarà chiamata a confermare il trend positivo di crescita dei traffici degli ultimi anni;- ha dichiarato il presidente Stefano Corsini - il bilancio di previsione approvato vedrà impegnata l’Autorità portuale sul fronte dell’ammodernamento dei propri porti attraverso un importante piano di investimenti".

Per proseguire lungo la strada ormai tracciata e per favorire nei porti di Sistema il necessario sviluppo economico ed occupazionale, - come si legge nella nota dell'ente - l’Adsp prevede di spendere per l’anno che viene 24 milioni di euro per la realizzazione di opere infrastrutturali.

"Sono molti gli obiettivi che ci siamo ripromessi di raggiungere per il 2020 – ha spiegato Corsini - tra questi figurano il completamento delle opere previste dal Piano regolatore portuale di Piombino e l’infrastrutturazione dei porti elbani, con riferimento, in particolare, alla realizzazione della nuova Stazione Marittima a Portoferraio e delle opere previste dall’Adeguamento tecnico funzionale del Piano regolatore portuale di Rio Marina".

Le entrate correnti sono iscritte per 36,9 milini di euro. La Port Authority prevede di incamerare per il 2020 13 milioni di euro dalle tasse portuali e 7,5 milioni di euro dalle tasse di ancoraggio. Mentre verranno incamerati 11,1 milione grazie ai canoni demaniali. A queste si aggiungono le entrate in conto capitale per circa 9,2 milioni di euro (tra questi, 6 milioni provengono dal mutuo acceso con la Bei e 2,9 milioni dalla Regione Toscana).

Oltre al bilancio di previsione è stato approvato il programma triennale 2020/2022 delle opere pubbliche. Dal quadro delle risorse emergono previsioni di spesa nel triennio per oltre 380 milioni di euro, di cui 24 milioni nel 2020, 106,7 milioni nel 2021, e 261,4 nel 2022.

Dall'Autorità di sistema portuale fanno inoltre sapere che nel corso della riunione il Comitato di Gestione ha anche adottato la delibera concernente la determinazione per il 2020 del numero massimo delle autorizzazioni all’esercizio delle operazioni e dei servizi portuali.

Con riferimento alle operazioni portuali, a Livorno è stato confermato un numero massimo pari a quelle attualmente attive, mentre a Piombino il numero è stato incrementato di 2 unità in previsione degli esiti dell’Atto di Indirizzo dell’agosto scorso. Confermate le autorizzazioni massime concedibili anche nei porti elbani. Per quanto riguarda i servizi portuali, sono stati confermati per tutti i porti i numeri massimi delle autorizzazioni previsti nel 2019.



Tag

Bazzano, custode di una villa spara ai ladri dalla finestra: uno muore e l'altro fugge

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Attualità