QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Attualità martedì 03 febbraio 2015 ore 17:17

Pioggia di milioni per il porto di Piombino

L'assessore regionale Simoncini ha fatto il punto sugli interventi per il piano di riconversione del porto di Piombino, in arrivo altri 32 milioni



PIOMBINO — Il punto sugli interventi per la riqualificazione e la riconversione del polo industriale di Piombino è stato fatto oggi dall'assessore alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini, nel corso dell'incontro organizzato all'Auditorium Bic di Venturina per la presentazione, ai soggetti economici del territorio, di tutte le opportunità offerte dai bandi regionali a sostegno delle imprese. 

L'assessore Simoncini ha annunciato che il piano di riconversione della Lucchini è in via di definizione da parte del gruppo Cevital. Seguirà la fase attuativa, con la firma dell'Accordo di Programma con il governo, da parte dei ministeri dello Sviluppo economico, Lavoro, Ambiente, Trasporti, Invitalia, Regione, Provincia di Livorno, Comune di Piombino e Autorità Portuale

"Entro fine mese – ha annunciato ancora l'assessore - sarà pubblicata anche la precall per la presentazione ufficiale delle proposte. La Regione ha destinato al Piano di riconversione 32 milioni e 200 mila euro, che si aggiungono ai 20 milioni di risorse nazionali. Sono già attive le misure specifiche per il sostegno alle attività produttive e all'occupazione nell'area di Piombino. Abbiamo inserito nei bandi premialità o graduatorie ad hoc per le aree di crisi complessa". 

L'attuazione dell'Accordo di programma procede dunque nel rispetto dei tempi. Sono stati deliberati dal Cipe 20 milioni destinati al finanziamento della rottamazione delle navi militari e 50 milioni per le bonifiche. Adesso l'iter è arrivato alla Corte dei Conti per il controllo finale, che dovrebbe concludersi entro un mese. Una volta che le risorse saranno disponibili saranno avviati i lavori, entro la primavera, da parte di Invitalia Ambiente, che sarà l'ente attuatore. 

Il tutto nel rispetto della clausola sociale contenute nell'Accordo per l'utilizzo dei lavoratori ex Lucchini in cassa integrazione. Per la rottamazione delle navi militari, in particolare, si punta ad indire a ad indire, entro l'estate, una gara per consentire all'autorità portuale di individuare l'impresa e completare le opere infrastrutturali necessarie.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica