QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi -3°9° 
Domani -4°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 dicembre 2017

Lavoro mercoledì 06 dicembre 2017 ore 18:11

Aferpi, visione unitaria dal summit in Regione

Foto di Uilm Piombino Livorno

Serve un documento rappresentativo delle opinioni di Comune, Regione e sindacati sulle prospettive future del polo produttivo di Piombino

PIOMBINO — Summit sulla questione Aferpi a Firenze. Seduti al tavolo il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e le Rsu Aferpi assieme ai rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil regionali e territoriali e ai rappresentanti dei metalmeccanici. Oltre a loro il consigliere regionale Gianni Anselmi, il consigliere per le questioni del lavoro Gianfranco Simoncini e il vicesindaco di Piombino Stefano Ferrini.

Dall'incontro è emersa la volontà di stilare un documento unitario da sottoporre al Governo e che rappresenti la posizione della Toscana rispetto alla questione dell'acciaio a Piombino.

"Abbiamo preso l'impegno di redigere un documento che sia rappresentativo delle opinioni di Comune, Regione e sindacati su questa vicenda e sulle prospettive future del polo produttivo di Piombino. – ha spiegato il presidente Rossi – Si tratta di una questione di rilievo nazionale e la Toscana vuol far emergere la sua posizione".

I partecipanti si sono trovati concordi sulla necessità di liberare Piombino dal vincolo oggi esistente, rappresentato da Aferpi, per attrarre un nuovo investitore in grado di fornire garanzie rispetto al mantenimento dei livelli occupazionali e alla necessità, unanimemente riconosciuta, che a Piombino si torni a produrre acciaio.

Intanto a Roma il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha risposto all'interrogazione di Sinistra Italiana ribadendo che la strada da seguire è la risoluzione del contratto. Proprio su questo aspetto è stata evidenziata durante l'incontro fiorentino l'incertezza del percorso.

“Il Comune ha dato la sua disponibilità a sostenere un lavoro condiviso insieme ai sindacati e alla Regione per rivendicare la giusta attenzione alla vicenda Piombino. – ha affermato il vicesindaco Stefano Ferrini – Una vicenda che non riguarda solo il caso Aferpi ma che investe anche le aziende dell'indotto".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Lavoro