QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°21° 
Domani 18°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 ottobre 2019

Attualità lunedì 24 settembre 2018 ore 09:35

Quella ciclabile meglio in legno su palafitte

Il suggerimento arriva dal Comitato per Campiglia che disegna un nuovo tragitto e un percorso su palafitta meno invasivo sul paesaggio



PIOMBINO — Come ricorda il Comitato per Campiglia a Settembre dovrebbero iniziare i lavori di ampliamento di via delle Caldanelle nel tratto che dal Park Albatros porta a via della principessa.

Proprio sulla strada della Principessa è già stata realizzata una rotonda per realizzare l'innesto della strada e per alleggerire i problemi di traffico causati dalla massiccia presenza di ospiti durante i sei mesi di apertura del villaggio turistico. 

"Anche se con anni di ritardo, si passerà ora a trasformare via delle Caldanelle in modo da garantire ai pedoni e alle biciclette un percorso sicuro. Se lo scopo è sacrosanto, - ha detto il Comitato - la soluzione adottata è la peggiore possibile, tenuto conto che si rivolge ad una attività turistica solo stagionale e inserita in un contesto paesaggistico delicatissimo e fortunatamente, per ora non compromesso. Infatti il progetto, approvato anche dalla Soprintendenza, prevede di realizzare una strada di circa 13 metri al posto di quella attuale di 5,5/6 metri. Se è vero che la strada progettata risolve il problema dei turisti a piedi e/o in bicicletta, dall'altra stravolge completamente il rapporto visivo e percettivo tra le strade nord-sud (via di Rimigliano e via delle Caldanelle) con la strada principale est-ovest (via della Principessa)".

Dopo il suggerimento raccolto per il diametro della rotonda, il Comitato per Campiglia dà dei suggerimenti anche per la futura pista ciclopedonale per far sì che la realizzazione sia meno invasiva sul paesaggio. Il Comitato per Campiglia ha infatti proposto di realizzare in alternativa un percorso pedonale-ciclabile in legno su palafitte, sopraelevato sul piano di campagna soggetto a ristagni d'acqua nei periodi di pioggia.

"Una scelta del genere permetterebbe di evitare migliaia di metri cubi di inerti per alzare il piano di posa della pista ciclabile e pedonale, di evitare l'abbattimento di tutte le alberature già esistenti sul lato est di via delle Caldanelle, di ampliare i ponti su ben due canali e permetterebbe di creare un percorso molto più integrato nel paesaggio naturale e molto più interessante per chi lo usa", hanno sottolineato ribadendo come tale modifica potrebbe risolvere anche il nodo di incroci di veicoli e persone da quando l'ex albergo Mulinaccio è stato destinanti a Punto di Accoglienza del Park Albatros.

"La soluzione di un percorso in legno su palafitte permetterebbe di viaggiare in parallelo all'attuale strada e distaccarsene ad un certo punto per passare davanti al gazebo di vendita di frutta e verdura e ricollegarsi alla viabilità esistente, risolvendo così almeno la separazione tra traffico veicolare e pedonale-ciclabile. - ha concluso - Il Comitato per Campiglia, proprio alla luce di questi ultimi cambiamenti, ripropone di rivedere tutto il progetto, lasciando infine la manutenzione dell'attuale strada debitamente restaurata, al Comune e lasciando invece la manutenzione del percorso pedonale-ciclabile in legno al Park Albatros".



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità