comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°21° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 29 settembre 2020
corriere tv
Coronavirus, Burioni: «Per ostacolare il virus servono le giuste precauzioni. Dipende da noi»

Cultura giovedì 09 febbraio 2017 ore 15:47

Quel telegramma che anticipò la storia

All'auditorium del Centro Giovani c'è il cineforum organizzato dall'associazione mazziniana che farà fare un salto nel 1849



PIOMBINO — Dal telegramma di Goffredo Mameli a Giuseppe Mazzini inizierà il cineforum, un appuntamento gratuito organizzato dalla locale associazione mazziniana e destinato ad un pubblico di tutte le età, soprattutto agli studenti che dovranno affrontare il Risorgimento. 

Quella di sabato 11 febbraio alle ore 17, presso l’auditorium del Centro Giovani, sarà un appassionante viaggio alla scoperta di com'è nata l'esperienza della Repubblica Romana del 1849.

“Spero che sabato ci sia una bella partecipazione di pubblico, anche tra i giovani, perché non staremo certo lì a santificare fatti e personaggi del Risorgimento con pomposa retorica. - ha annunciato il presidente Ami Daniele Massari - La comunità accademica internazionale è pressoché unanime nel riconoscere la Repubblica Romana del 1849 come il più alto tentativo di creazione dal basso di uno stato laico, democratico, moderno. Uno stato mazziniano talmente avanti - ha commentato - che fece di Roma un banco di prova delle più avanzate idee democratiche, quali il suffragio universale, l'emancipazione della donna, l’abolizione della pena di morte, la libertà di opinione, la laicità dello Stato, la libertà di culto etc. che sarebbero diventate realtà in Europa soltanto un secolo dopo".

Durante l'incontro sarà mostrata la copia originale del proclama di nomina del Triumvirato che governò quella breve esperienza del 1849.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità