QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°22° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 luglio 2019

Cultura domenica 09 luglio 2017 ore 14:11

Piombino si riscopre città del Rinascimento

Un momento della presentazione

Il volume su Simonetta Cattaneo, bellezza rinascimentale che ispirò Botticelli, è un'iniezione di autostima per la città che riscopre il suo passato



PIOMBINO — Nell'accogliente piazza di Cittadella è stato presentato il libro "Simonetta Cattaneo, la perla del Rinascimento a Piombino", l'albo a fumetti realizzato da Massimo Panicucci e Monica Pierulivo, edito dal Comune di Piombino con il contributo del locale Soroptimist. Un'occasione che è servita a fare un passo indietro nel tempo, a cercare i legami con la storia, a dare alla città di Piombino un'iniezione di autostima soprattutto ora che si inizia a parlare di turismo e cultura come volano del rilancio economico. 

E così, dalla storia della "bella Simonetta", si intrecciano i fili di storia e leggenda; un percorso storico e affascinante che porta direttamente a Piombino dove la bellezza rinascimentale, musa ispiratrice del Botticelli per la realizzazione de "La nascita di Venere" che fece perdere la testa anche a Lorenzo dei Medici, ha vissuto per circa dieci anni alla corte di Jacopo III Appiani nella seconda metà del XV secolo. 

Passeggiando per Piombino non sempre si ha la percezione del suo passato, se non nel cuore del centro storico. Inizia così un'operazione di educazione alla bellezza e alla valorizzazione di quello che la città offre. "In questo volume si parla di storia ma anche di bellezza, di quella bellezza legata allo splendore artistico. - ha detto il sindaco Massimo Giuliani durante la presentazione, tratteggiando quanto scritto nell'introduzione al volume - Educare alla bellezza significa infatti insegnare a rispettare e a difendere le nostre città e i nostri paesaggi". Un appello sincero, insomma, a riscoprire, riconoscere e valorizzare quanto di meglio custodisce la città e che magari giace da tempo sotto i nostri occhi dimenticato o trascurato.

E da Simonetta Cattaneo, nome strettamente legato al Rinascimento fiorentino per aver ispirato Botticelli, la città di Piombino ripartire mettendosi in mostra ai cittadini e incuriosendo i turisti. A dare un prezioso contributo sulle tracce di Simonetta sono stati lo storico locale Mauro Carrara e lo storico direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze Antonio Natali che ha consacrato il ruolo della città piombinese nel Rinascimento nella speranza che questa città possa vivere un nuovo rinascimento prendendo il coraggio a due mani per pensare un futuro alternativo alla fabbrica.

A chiudere la presentazione il consigliere regionale Gianni Anselmi che ha colto l'occasione per ribadire le politiche regionali per lo sviluppo culturale dei territori. A Piombino? Serve delineare una visione strategica che muova le prime mosse dalla bonifica dei territori e la riconversione economica.

E così facendo, magari, Piombino con "le sue strade strette e le improvvise aperture sul mare aperto, case e chiese inerpicate sulla ripa", alla maniera di Natali, potrà riscoprirsi tappa inevitabile per chi viaggia sulle strade della bellezza.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica