QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°22° 
Domani 10°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 24 maggio 2016

Cronaca lunedì 04 gennaio 2016 ore 16:10

Filiera ittica, denunciato un grossista piombinese

Aveva uno squalo volpe di cinquanta chilogrammi nel suo magazzino, ma la pesca e la vendita per questa specie sono vietate

PIOMBINO — Con l’operazione “Tallone d’Achille”, gli uomini della guardia costiera hanno passato al setaccio le acque dell’arcipelago e il territorio regionale. Il risultato? Un totale di 400 controlli, 90.000 euro di sanzioni, 1,5 tonnellate di prodotti ittici sequestrati e 61 operatori multati.

L’attività, avviata a novembre e intensificata sotto le festività, ha posto sotto controllo tutte le fasi della filiera dalla pesca alla vendita al dettaglio o nei ristoranti.

A Piombino è stato denunciato un grossista che aveva, nel suo magazzino, uno squalo volpe di oltre 50 chilogrammi.

Sull’esemplare, secondo le normative europee, vige il divieto assoluto di pesca e commercializzazione; pertanto, è stato sequestrato, impedendone la commercializzazione sotto qualsiasi forma.

Complessivamente, tra Livorno e provincia sono stati scoperti e sequestrati circa 50 chilogrammi di polpi atlantici sotto taglia, 30 chilogrammi di prodotti ittici privi di ogni requisito per rintracciarne la provenienza, nonché altri scaduti, sono stati sequestrati presso una pescheria a Collesalvetti. Per il commerciante anche una sanzione da 1.500 euro. 

L’attività della Guardia Costiera della Toscana continuerà anche nei prossimi giorni, a tutela della fauna ittica e dell’ecosistema marino e per la salvaguardia della sicurezza dei consumatori.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Attualità