QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°16° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 19 novembre 2019

Attualità venerdì 14 giugno 2019 ore 09:03

Discarica, il Comitato Salute sprona Ferrari

Francesco Ferrari

Delibere urgenti da firmare e una serie di scadenze da non poter trascurare, così il Comitato Salute chiede al nuovo sindaco di mantenere le promesse



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica è già pronto a incalzare il nuovo sindaco di Piombino Francesco Ferrari sui temi della discarica di Ischia di Crociano. "Il progetto Rimateria, che il sindaco ha aspramente criticato quando era all’opposizione, è oggi in una fase decisiva", hanno commentato ricordando come il nuovo sindaco si sia battuto in campagna elettorale proprio per bloccare il raddoppio della discarica.

"Sta per concludersi la procedura di Via (Valutazione di impatto ambientale e se questo progetto otterrà il nulla osta dalla Regione la possibilità di fermarlo diventa ancora più difficile. - hanno ricordato dal Comitato - È indispensabile ed urgente che il sindaco agisca subito per comunicare con forza al Nucleo di Valutazione Regionale la propria contrarietà al progetto, dichiarando che come primo cittadino responsabile della salute dei propri cittadini non può accettare che una nuova discarica sorga accanto alle abitazioni civili".

Si chiedono due delibere urgenti: la prima per riconoscere che Colmata e Montegemoli sono due centri abitati, la seconda per provvedere con una variante urbanistica al cambio d’uso per l’area LI53, che non potrà più essere usata per discarica così come sostenuto in campagna elettorale.

"È vero che questa seconda delibera, essendo variante urbanistica, dovrà essere approvata dal primo Consiglio comunale utile, ma comunicare immediatamente questa intenzione con una lettera alla Regione e al Nurv avrebbe a nostro avviso un peso importante nella decisione relativa alla Via. - hanno invitato dal comitato - Esortiamo inoltre il sindaco ad attivarsi al più presto per dare finalmente il via all’esecuzione dei carotaggi, al sistema di monitoraggio della discarica e per accelerare i lavori di messa a norma". Da ricordare anche che entro il 30 Giugno Rimateria dovrà restituire alle casse del Comune la parte restante dei 375mila euro prestati per la fideiussione e che entro il 15 Giugno dovrà avere contratto una fideiussione a garanzia della discarica ex Lucchini come da prescrizione della Regione Toscana per l'autorizzazione a coltivare il cono rovescio.

Il Comitato si è detto infine pronto a un incontro tra l'avvocato esperto in diritto ambientale che segue il Comitato e il sindaco Ferrari per discutere le azioni in questa fase più efficaci atte a fermare il progetto.

"I Cittadini di Piombino hanno dato fiducia a questa nuova Amministrazione, che tanto ha promesso in campagna elettorale e della cui buona fede non abbiamo motivo di dubitare. - e hanno concluso - Siamo consapevoli che in questo momento siano tantissime le cose da fare per Piombino, ma non si deve lasciar trascorrere del tempo prezioso permettendo al procedimento di Via di Rimateria di andare in porto. Se questo dovesse succedere, siamo pronti a tornare in piazza con la gente".



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità